Ammorbidire.

Written By: bruno - Mag• 25•19

Donne donne, mogli ,stanche dei mariti,mariti stanchi delle mogli,la storia è piena di queste vicende,come i morti tutti ne hanno avuto uno in casa ,la vita fra l’altro ti distrugge anche senza che tu muova un dito,prima di toglierti tutto definitivamente e c’è chi ,chi se la va a cercare “vivendo alla grande”.Donne donne,chi ricorda la Ciaciulli quella che faceva il sapone con le sue vittime?Ma lo facevano anche i nazisti nei campi di concentramento prima della Cianciulli senza nessuna vergogna.In provincia di Piacenza una donna,una moglie ha messo dell’ammorbidente nelle bevande del marito,forse voleva solo “ammorbidirlo” e se anche non l’avesse voluto il suo è in ogni caso un ammorbidimento inconscio.Insomma questi mariti a volte vanno ammorbiditi,a costo di dagliela a bere.

23 Maggio,noi siciliani.

Written By: bruno - Mag• 24•19

Ieri 23 maggio commemorazione per Giovanni Falcone Francesca Morvillo e gli agenti della scorta ed ancora Paolo Borsellino…..ad oggi noi siciliani ricordiamo quelle giornate come le stragi di persone uomini donne innocenti che per adempiere al loro dovere sono morti.
Loro sapevano capivano che ogni giorno sarebbe stato un giorno in più per indagare sulla mafia e sul sistema ma non hanno arretrato anzi andavano avanti impavidi con forza e coraggio per le verità che andavano scoprendo….li chiamano SUPEREROI….in realtà adempievano al loro dovere di uomini servitori dello Stato.
Quei giorni che furono le stragi io li ricordo ancora adesso, furono periodi terribili di paura per tutti i palermitani, si, morivano degli eroi ma la cittadinanza rimase sconvolta sembrava una guerra tra Stato e persone chiamiamole così; che spezzarono per sempre il sogno di essere liberati dalla mafia. Noi siciliani per questo non li faremo morire mai sono anche l’esempio che ogni tanto lo Stato esiste; quello puro e che con le sue performance và avanti senza fermarsi. Noi siciliani ci saremo sempre per combattere e le loro idee non moriranno mai.
Speriamo noi siciliani che atti criminali come queste stragi non si ripetano.

Campagna Teresa.

Julian Assange.

Written By: bruno - Mag• 24•19

L’uomo del vaso di Pandora sotto processo in America,il Prometeo alla rovescia,Julian Assange che ha rivelato i misteri di molte “democrazie” accusato di un infinità di reati ,violenza sessuale compresa tanto per gradire viene processato.Questo per dimostrare al solito mondo che le facciate degli stati sono estremamente diverse dai loro veri volti.Banalità si dirà, ipocrisie che l’uomo comune spesso nemmeno sospetta e che lo smaliziato capisce ma non comprende,capisce ma non giustifica o giustifica tirato per la giacca e per le asinine orecchie a denti stretti,stiracchiato da tutti i ragionamenti di tutte le ragioni di Stato che sono poi universi paralleli zeppi di misteri a cui non si deve mettere assolutamente il naso,ma sopratutto ,non rendere mai ,proprio mai pubblici.

C’era una volta l’ergastolo.

Written By: bruno - Mag• 23•19

Se vuoi proprio dare un premio a qualcuno dagli l’ergastolo , questo succede e succederà a Battisti,fra piccoli premi e agevolazioni varie lo vedremo presto sedere in cattedra,salire “finalmente” libero sopra una qualche cattedra per tenere le sue dotte lezioni da “cattedratico esperto” verso giovani che si vanno formando ,in una repubblica che va oggi in Sicilia divisa,divisa per protestare contro il fenomeno mafioso, quando per la verità sarebbe il caso di dividerlo in due,in due,metà i Sicilia e l’altra metà a Roma e anche questo sarebbe un bel discorso da fare ex cathedra.

Fabio Triolo.

Written By: bruno - Mag• 22•19

Fabio Triolo uno dei tanti giovani geni palermitani che per “fare fortuna” professionale ed affermare il suo valore è dovuto migrare ad Houston.
Chi è Fabio Triolo?
Il Dott. Fabio Triolo è un biologo direttore del Nucleo terapie cellulari dell’UTHealt di Houston che ha creato con la collaborazione del Dott. Saverio La Francesca il primo dispositivo al mondo bioartificiale esofageo.
La parte dell’esofago del paziente invasa dal cancro è stata rimossa e al suo posto è stato cucito l’impianto esofageo costruito in laboratorio.
Conclusione Palermo non dà il giusto valore a giovani scienziati professionisti ed il risultato è che ne possiamo apprezzare l’ingegno e la professionalità quando i giovani migrano.
Il Dott. Fabio Triolo è un esempio per tanti giovani che si vogliono affermare ed i sacrifici che lui insieme alla sua famiglia sta facendo per essere valutato nel giusto meritato lavoro professionale di biologo.

Teresa Campagna.

Erode,il grande.

Written By: bruno - Mag• 22•19

Erode,una figura che si conosce poco,una figura che entra nel Vangelo come il persecutore di bambini per poi sfumare sbiadire in quel contesto come in quello storico e che,invece Giuseppe Flavio ci mostra come un perseguitato dalla famiglia.Erode il grande amico dei romani e di Cesare,Erode che ammazza i propri figli la moglie,Erode sempre in ansia per mantenere il potere,reso pazzo,rinsavito , crudele nelle sue vendette.Una figura immersa, soggetta in perenne conflitto con la famiglia ,famiglia di cui teme le insidie maggiori,malconsigliato,ingannato e che ricorre spesso alla tortura verso suoi avversari veri o presunti,insomma Erode,Erode,il grande,una figura sbiadita,quasi sommessa che invece gigateggia come una delle figure più tragiche nell astoria d’Israele,storia che lo stesso Isrele d’oggi tende a sminuire per la sua poca religiosità e per essersi completamente,ma non sempre ellenizzato.

Saviano.

Written By: bruno - Mag• 21•19

Saviano scrive:se, l’Europa avesse fatto il suo dovere non ci sarebbe stato bisogno di queste navi salva profughi.Se,se l’Europa se,ma ,non è così,non è stato così e,dove e quando una cosa non funziona ci si mette in mezzo la criminalità,quando il diritto ha una falla ci si infila il crimine l’abuso che, da solo non giustifica e non può e non dovrebbe giustificare un suo “illegittimo preteso pronto soccorso”.

Per tutti i Menenio Agrippa del mondo.

Written By: bruno - Mag• 20•19

Arrivati,arrivate le elezioni,eccoci di nuovo davanti a qualche Menenio Agrippa che parla,parla alla plebe,grande incertezza,suspance,riusciranno i nostri burocrati eroi a conservare la parte lardellata del mondo?E noi,per i Menenio Agrippa di turno che parte siamo?Ci hanno già dato il previlegio di essere pancia,pancia,forse orecchio,forse occhio o muscolo,muscolo portatore d’acqua che si farà ambrosia,nettare per il Menenio Agrippa di turno.L’importante è non essere chiappe ,per andarlo a prendere,ancora,ancora una volta nel solito posto, per conto e per merito del solito Menenio Agrippa di turno che,come sempre,come sempre lui è il cervello.

Striscioni,striscioni.

Written By: bruno - Mag• 19•19

Lotta agli striscioni ,c’è chi li mette e chi li toglie,oramai siamo ridotti a slogan cubitali,da striscione appunto,striscioni da finestra o da balcone secondo i gusti,i gusti di chi vorrebbe cambiare la Repubblica o l’Europa,poche frasi,ne bastano un paio al massimo tre per un pubblico sempre meno attento e che tanto, di tutta questa lagna non legge nemmeno più gli striscioni,striscioni da finestra e da balcone,striscioni striscioni,come il venditore di almanacchi scritto da Leopardi ,ma con meno poesia.

L’amicizia.

Written By: bruno - Mag• 19•19

L’essere anaffettivi è la capacità di non stabilire relazioni affettive o di manifestare emozioni.
Il termine è duro ed in alcuni casi pesante, ma questo oggi è un problema generalizzato.
Perché spesso le persone non sanno nemmeno il significato di amicizia quindi come potrebbero stabilire relazioni o manifestare emozioni????
L’amicizia è infatti reciproco affetto costante ed operoso tra persona è persona nato da una scelta, ma molti confondono questa parola questa condivisioni con chi è solo un conoscente perché ti saluta o ti sorride.
L’amico/a è una fiamma che non si spegnerà mai essa è paragonabile alla luce al sole.
L’amicizia è l’esperienza più preziosa che la vita ci offre.
In diverse circostanze, ci guardiamo intorno e ci rendiamo conto quanto può essere arida la realtà di cui pensiamo di far parte e si cerca uno sguardo compiacente e vero, dimenticandoci che le conoscenze, non sono amicizie e che per molti subentra l’inaffettivita’ nella consapevolezza di essere solo un numero.

Teresa Campagna.