Diavoli & buffoni.

Written By: bruno - Feb• 09•21

Sentire,ascoltare;quello che dice Toninelli a proposito di una pretesa vittoria dei cinquestelle su Renzi:sentire quei contorcimenti illogici che rasentano una qualche patologia,lascia senza parole e ci si sente dentro,nel profondo ,il bisogno impellente di girare,spegnere,troncare,non ascoltare più;non ascoltare l’ennesimo contorcimento di partito o, “ex movimento”,contorcimento circencense che oggi, quasi tutti i partiti si son messi a praticare per rendere omaggio al supremo pensiero d’Europa.Esercizi elastici che ,i partiti del:” tutti per uno”, si sono intorcicati senza tanti complimenti,facendo, della foresta politica un intricata foresta amazzonica minacciata da fuoco presidenziale che viene dal nord.Ma si sa,il popolo,il popolo,non vede una minchia,il popolo non vede più in là del suo naso;ed è anche,per giunta: ignorante,ignorante,per cui;per cui c’è sempre da imparare,imparare-con qualche sforzo-.Schopenauer scriveva:Dunque chi si aspetta che a questo mondo i diavoli vadano in giro con le corna,e i buffoni col berretto a sonagli,sarà sempre loro preda o loro zimbello”.Si capisce al volo che, basterebbe cambiare -diavoli e buffoni- con partiti o , così detti ex movimenti d’oggi per capire chi sono i diavoli e chi i buffoni,ma se non l’avete ancora capito allora,allora è fatica sprecata.

E’ già altra vita.

Written By: bruno - Feb• 08•21

Ma vedete che tutto è già sogno, che tutto è già altra vita? Non vedete che siamo spiriti incarnati in cerca dell’utero dell’universo e che tutto è sogno, tutto è irrealtà e insieme la più sovrumana delle realtà? Quante altre dimensioni si accalcano sopra il nostro capo? questa è solo una di queste, temporanea.
Francesca Pierucci

Adoratori del tappo.

Written By: bruno - Feb• 08•21

Il pericolo,o, l’oppurtunità era una:andare a votare ma,ma quelli di lassù,piuttosto di farti votare hanno minacciato il ritorno degli untori che avrebbero strminato-come cavalieri dell’Apocalisse- il genere umano se ti fossi azzardato di mettere la tua scheda nell’urna:che oramai potremmo anche chiamarla cineraria,come l’urna dei morti ridotti in cenere.Prima;prima le hanno tentate tutte;ma tutte tutte, con le truppe cammellate del buon Conte,addirittura con cammelli a tre zampe bisognosi della quarta zampa:niente quarta zampa;niente governo e allora che hanno fatto quelli di lassù?Che cosa si sono inventati?Messi alle corde dalla loro pervicace inefficienza suprematista governativa?Hanno tirato fuori,un grande tappo, il grande,il subblime tappo Draghi:Draghi ,il tappo alla democrazia,il tappo,l’unico vero ultimo tappo per non far votare gli italiani che ,con i loro capi partito si son messi ad ammirare l’acqua sporca nel lavello di Stato ,il tappo:il tappo,il grande tappo Draghi che,sarà anche un grande e famoso tappo:ma rimane sempre un tappo,un tappo contro la democrazia e,sopratutto un tappo, contro il diritto di voto di tutti i popoli (sic), liberi.

C’è la Meloni.

Written By: bruno - Feb• 07•21

La Meloni sta alla finestra,sta alla finestra a guardare;infatti ,getterà confetti dalla finestra solo nelle occasioni buone e utili, ed è una cosa giusta che,almeno qualcuno:dico almeno uno, stia alla finestra di casa,visto che tutti son scappati di casa per salire le scale di Draghi.La Germania con Draghi camuffa qualche colpo al suo sovranismo, avendo aperto il suo impettito krukko orgoglio al bussare strenuo degli altri paesi;paesi che ,facendo quello che ,in passato facevano e,professavano, erano accusati ,a loro volta di bieco sovrano “sovranismo”;anche se ,un vero sovrano sovranista tiene in mano il portafoglio e,il vero:più vero del vero sovranismo è quello che si pratica senza dirlo,vedi la ricca Germania che oggi lo pratica con qualche apparente mugugno in meno.Sarebbe un discorso lungo;lungo come una favola,ma ogni favola è bella se breve e se ,sopratutto ha una sua “morale” ,e noi la chiudiamo qua,qua ,per far felici gli ammazza sovranisti,quelli che stanno sul cazzo al sovrano sovranismo europeo.Bene :detto questo;evviva una Meloni che non si getta nella mischia e lancerà solo confetti,confetti ai novelli sposi:confetti ,se meritati,qualche pernacchia se mal maritati,fate voi ,voi:che sieti rimasti sovrani,almeno del vostro supposto pensiero.

Nel buio.

Written By: bruno - Feb• 06•21

Danza nel buio,
anima mia,
danza
nelle strade crude
di sabbia assolata
e di riarsi sterpi,
danza.
Vaga cercando la luce
che lasciati, riflessa
nel sole pallido,
e danza.
Il dolore fa il cammino
cieco e ti senti sola,
ma solo è un attimo.
Solo è un attimo
il gelo
che stringe il cuore
nella solitudine
dei tuoi inverni,
e tornerà la luce,
perchè sempre
è tornata.
Il gelo dell’incomprensione
tramuterà in rugiada
sui fiori
dei tuoi cammini
a primavera.

Francesca Pierucci

Dèjà vu.

Written By: bruno - Feb• 06•21

Pareva che Draghi non si sognasse nemmeno la notte di venire a concertare la politica di governo-non sarete mica matti-uno come lui-lui, che si mette a parlare con Di Maio-o con la Azzolina-una compagnia di squinternati-mica si metteranno a parlare con Draghi-.Non verrà mai,mai,e poi mai.E così aleggiva nell’aria questa improponibile-secondo i commentatori-proposta;una specie di utopia,un sogno inarrivabile e improbabile.Poi;dopo:ecco,ecco il pricipe della finanza farsi largo alla prima-dico la prima chiamata e, magicamente parlare;dialogare, con questo e con quello:anche con Di Maio (sic),arrivando sempre puntuale,con quel suo passo da anatra palmipeda dinoccolata,e,con lo stesso “passo” da anatra salire e scendere le scale;rispondere ma, addirittura,addirittura:salutare.Draghi-nel vederlo- è una persona che si trova perfettamente a suo agio-sopratutto uno con l’aria di quello che:voi dite ,dite,dite,dite pure, che al resto ci penso io.Ed è quell’aria del :voi dite,dite,dite pure che al resto ci penso io che da l’impressione di uno spettacolo organizzato,preparato;quasi fosse un governo che doveva venire e che, dovesse sopratutto avvenire;come si dice- un dèjà vu-un dèjà vu,proprio una di quelle robe che si vedono per la prima volta,ma si erano già viste,in passato;o che qualcuno, aveva già organizzato alla chetichella;un dèjà vu insomma,un dèjà vu,preparato in sordina per poi servircelo sul piatto del giorno, come piatto meno calorico,rimedio alle pantagrueliche indigestioni di prima;fracico come era-quel prima- da tutto quel sovrabbondante olio,olio al covid 19.

Le perle nere di Kella.

Written By: bruno - Feb• 06•21

Il corpo senza vita della 42enne Agitu Ideo Gudeta è stato trovato il 30 dicembre 2020 riverso a terra nella camera da letto della sua abitazione a Maso Villalta di Frassilongo in Valle dei Mochèni tra le montagne del Trentino.
La furia di un collaboratore, custode dell’azienda agricola biologica che lei aveva fondato, ‘La Capra Felice’, le ha tolto la vita spegnendo per sempre il suo sorriso e la sua grande voglia di fare. La donna é stata uccisa a colpi di mazzuolo e fatali sono state le lesioni alla testa.
Il collaboratore è stato fermato dai carabinieri e condotto nella caserma della Compagnia di Borgo Valsugana dove, dopo un lungo interrogatorio, ha confessato. Si tratta di Adams Suleimani, 32 anni originario del Ghana.
Ai carabinieri il pastore africano ha riferito che la lite sarebbe scoppiata per motivi di denaro, pare per uno stipendio non pagato. Inoltre, è emerso che l’uomo avrebbe violentato la donna agonizzante a terra.
Agitu era arrivata in Italia quando aveva 18 anni e si era laureata in sociologia. Era fuggita dalla natia Addis Abeba a seguito degli scontri sociali e dalle minacce ricevute dal suo governo per il suo attivismo politico contro la razzia di terre da parte delle multinazionali.
Si era rifugiata in Trentino dove con enorme forza di volontà aveva fondato, da un progetto di recupero di terreni abbandonati e di razze rustiche locali, una Azienda Agricola Biologica, azienda che si occupa di allevamento caprino (capra pezzata mòchena in via d’estinzione) ma anche della produzione di formaggi biologici, yogurt e prodotti di cosmesi con latte di capra.
L’omicida é stato arrestato e si trova nel carcere di Sini di Gardolo, in attesa dei riultati dell’autopsia della salma, prevista fra tre mesi
Con Agitu si é spento un sorriso, un sorriso di una donna libera e coraggiosa, simbolo dell’integrazione

Kella Tribi

Tira aria fritta stampata.

Written By: bruno - Feb• 05•21

Si ha un bel dire,un bel dire, di come fare e di come sarà il nuovo governo;per alcuni sarà ottimo,altri tacciono,altri ancora lo deridono,e deridono tutti i governi passati ,presenti e venturi con una leggerezza che pare perfino sventataggine.Superficiali ,se ne fregano delle scommesse e della panna smontata ex governativa da Renzi:Renzi,l’apprendista stregone che ha sconbinato e messo in salmoia il gesso che teneva in piedi Giuseppe , avvocato Conte.Conte in piedi, si fa per dire:difficile dire uno che sta in piedi con tre gambe ;dico tre,mentre ne cerca disperatamente una quarta,una quarta: per vincere la gravità.In fondo;come si diceva un tempo e si può dire ancora ;fare il ministro è il traguardo estremo della gloria umana e allora;allora,sotto a chi tocca:anche perchè dove c’è un ministro c’è, ed è sempre dato in uso il suo futuro ,glorioso gabinetto.

Teresa,da Palermo.

Written By: bruno - Feb• 05•21

Qui in Sicilia c’è già aria di primavera, il tempo soleggiato di giorno e di notte un po’ di freddo. Questo è il periodo di prati e fiori di ogni genere, il mare stupendo se dovesse continuare così l’estate sarà molto calda. Mah vedremo!
Il sole risplende, come se ci volesse dire è ora di uscire dalle case; ma noi cerchiamo a malapena di resistere di far finta di niente.
Il mare calmo quasi ti volesse dire tuffati ti rigenereresti da un anno da dimenticare, ti tonificheresti invece di fare massaggi, andresti dentro un paradiso diverso e ti distoglieresti da i pensieri che sino ad oggi affliggono tutti. La pandemia, pericolosa ed insistente porta via persone più o meno importanti, sta di fatto che sempre persone sono e quasi di maledizione umana si può parlare. Visto che non è certo Dio che ha voluto tutto questo ma la mano umana.
Insomma, per ora c’è di tutto un po’ è l’essere umano che subisce questi vorticosi cambiamenti non previsti dalle persone normali. C’è quasi una gara a chi la sa più lunga, a chi è più intelligente e veloce. Mah che mondo di matti! Certo è che dio voleva l’evoluzione della terra del genere umano, ma non pensava quasi all’autodistruzione di ciò che lui ha creato!

Teresa Campagna

Calma; c’è Draghi.

Written By: bruno - Feb• 05•21

Draghi va bene ;come fa a non andare bene,anzi; benissimo,lo dicono tutti,quando non proprio tutti lo dicevano di lui a capo della banca europea:sparava troppi soldi pro Italia.Qualcuno di quelli là pare abbia perfino festeggiato alla fine di quell’ incarico ma;anche da quelle parti vige il motto:cosa fatta capo ha;che è poi il motto preferito degli avvocati che vivono sulle cose fatte (anche male), ma che capo hanno; fruttando loro il prezzo e il pagamento di preziose notule.Personalmente niente da ridire su Draghi;e chi lo conosce?Non è sufficiente sentire un nome ripetuto all’infinito per affermare:io lo conosco;quando di lui se ne è solo sentito parlare,parlare ,come di solito ne parlano i mezzi di informazione che, quasi sempre:questi mezzi di informazione, fanno di tutto,proprio di tutto ,all’infuori di informare:comunque mettiamoci in attesa;o in fila ,come scrive qualche giornale ,ricordando così le lunghe file del sabato ,file di un tempo,file davanti le case chiuse o casini;file che attendevano impazienti di soddisfare il loro represso “bisogno”.Ora qui non ricordo,purtoppo non ricordo perfettamente dove l’ho letto,quando l’ho letto ,nè perchè l’ho infine letto ma,mi torna in mente ,quello che si scriveva a proposito di un grande uomo:”E’ ridicolmente soppravalutato!”.Tutti i grandi uomini sono sopravvalutati.Di grandi uomini,peraltro, non ce ne sono.