Banche banche.

Written By: bruno - Dic• 05•17

L’affare Boschi si fa davvero inquietantante ,inquietante sopratutto con Renzi che si accorge solo ora delle banche ,facendosi così loro giustiziere è davvero comico,comico come un qualsiasi ventriloquo con il suo pupazzo a cui fa dire quello che non dovrebbe dire o non vorrebbe dire,insomma una situazione che fa acqua da tutte le parti, perdendo pezzi giorno dopo giorno,accusando tutto e tutti perfino si essere stati abbandonati da sé stessi e che ,loro,loro con il loro PD ,nonostante tutto sono ancora una forza “sana”,sana e in salute ,pronti a perdere fino l’ultimo voto no,scusate, mi sono sbagliato,”pronti a lottare fino all’ultimo voto” e se lo dicono loro,potrebbe essere vero,vero come tutto il resto.

Naziskin.

Written By: bruno - Dic• 04•17

A proprosito di naziskin e della bandiere esposta da un giovane carabiniere in una caserma ,il carabiniere in questione ha dichiarato di non sapere che, quella bandiera fosse una bandiera nazista,questo ,in tutta onestà non lo sapevo neppure io,sopratutto assolutamente non credo che i cosiddetti “nazisti” di oggi si mettano a dare la caccia agli ebrei e, se lo facessero sarebbero da prendere immediatamente a calci nel culo.Diciamo che questi movimenti sono sopratutto dei confusi e, spesso ignoranti,anche per quel che concerne la seconda guerra mondiale ma,si dirà:allora studino,e già ,studiare in questo secolo ignorante è un affare serio,dove l’arte ad esempio,per i più dotti ,per i più dotti comincia con Picasso e finisce non si sa dove,il resto è buio buio.C’è un ribellismo in atto,un ribellismo con poche coordinate confuse,spesso superficiali,spesso fatte di slogan urticanti o che possono essere solo urticanti,solo urticanti senza conoscere le ortiche,purtroppo.

Palermo,la prima di “Un caos bellissimo”

Written By: bruno - Dic• 04•17

La prima del cortometraggio:”Un caos bellissimo” di Luciano Accomando,avvenuta il primo Dicembre ai Cantieri Culturali della Zisa,è stata superba,Luciano Accomando si è confermato giovane regista e autore a pieno titolo con la giornalista Eleonora Lombardo,con cui ha scritto la sceneggiatura del corto.E’ stato presentato sempre nella stessa giornata del primo Dicembre,il manifesto “Nativi Geniali” per cui,aderendo al manifesto di “Nativi Geniali” si potranno raccontare le proprie esperienze per crescere in un progetto comune,crescere in un progetto comune con le persone e la creatività ,rendendo vivo così il manifesto avviato e sviluppato da Luciano Accomando ed Eleonora Lombardo.

Teresa Campagna.

“La cosa rossa”.

Written By: bruno - Dic• 03•17

Grasso si è fatto emblema e capo della “nuova” cosa rossa con un ricco seguito di ex parlamentari lardellati con tanto di benefici garantiti dalla Stato Italiano,gente che ,una volta dissotterrata la corrosa falce e martello, dopo previa lustratina l’ha dichiarata ,così su due piedi:la rossa cosa “nuova”.Quello che non hanno capito questi archeologi dei simboli e delle cose è proprio che, una cosa rossa ,antica o nuova non ha più ragione d’esistere e forse, non esiste più o ,se proprio “esiste” è un morto,un morto in piedi.

Annibale sfonda in Fondazione.

Written By: bruno - Dic• 02•17

Annibale,quello della Fondazione, sfonda il fronte romano sulla Trebbia ,e già che ci siamo per Natale portremmo festeggiare anche Erode, per ricordare il Prespe.

America first.

Written By: bruno - Dic• 02•17

Trump non va giù ,non va proprio giù alla cricca internazionale ,non va giù proprio a nessuno,anche la Russia ora ci si mette per via dell’Iran,troppi gli interessi internazionali su petrolio e nucleare,troppi gli interessi perché l’America di Trump si faccia davvero America first,America first un cavolo, la vogliono America si, ma globale e liquida,liquida come girano liquidi e globali gli inetressi nel mondo.Insomma Trump da fastidio, e dai dai ci si mettono anche i suoi ex sostenitori a dare man forte alla linea Obama.Per una stangata finale però tutto dipenderà dal congresso formato in maggioranza da repubblicani,congresso che potrebbe anche non voltare le spalle a suo Presidente o voltargliele una volta per tutte e allora, buona notte America first.

Palle .

Written By: bruno - Dic• 01•17

Troppo spesso i giornali e i telegiornali,come alberi di Natale sparano ovvietà,con molto sport,spettegolezzi e notizie importantissime,evidentemente importantissime solo per loro,loro ,che proprio come tanti alberi di Natale non hanno notizie ma soltanto palle, e che palle.

Zebra.

Written By: bruno - Dic• 01•17

Zebra o zebbra c’è uno starcciamento di vesti nell’aria di puristi,tutti puristi dotti linguisti,pronti a giurare che scrivere zebbra è una bestialità,un immonda ignoranza,una parola che definisce un animale a strisce con due b.Un popolo ignorante ,avvezzo a tutto a cui si ammannisce di tutto ,di tutto tutti i santi giorni si straccia le vesti quando, anche coloro che scrivono e sanno scrivere secondo i dettami della scrittura stanno i cattedra distribuendo copiosi disoccupati, disoccupati,pluri laureati disoccupati,studenti senza lavoro,senza arte né parte ma che sanno, sanno e vorrebbero scrivere zebra nel modo corretto,senza trovare però un posto,un posto che glielo faccia scrivere in una scuola che non si occupi solamente delle doppie b e che non parli solo di zebre.

Amici dell’arte.

Written By: bruno - Nov• 30•17

In tutta la storia del mio mestiere e son trascorsi tanti anni ,non ho mai visto da me: un “amico dell’arte” ,di questi di Piacenza.Associazione organizzata come una tifoseria dove si distinguono i campioni dai brocchi,per cui credo, visto il trattamento che mi hanno riservato per tanti anni,io,io sono un brocco,la cosa non mi offende anzi,son cresciuto anche senza amici dell’arte,quegli amici dell’arte.Si vede che,questi tifosi di splendidi rari campioni cercano qualche perditempo,scioperato infimo brocco per riempire le le loro giornate e,dopo aver invitato brocchi e semi-campioni ogni tanto mi viene chiesto di presentare o, presentarmi al loro pubblico,suppongo come brocco.La cosa non mi scandalizza ma mi sorprende sempre,è vero che per loro, i loro campioni son pochi e molti di questi addirittura li snobbano sentendosi troppo amati da loro per cui si servono dei brocchi per riempire i loro tifo.D’altra parte ,con due o tre giornate i loro campioni esaurirebbero le loro esperte giornate d’arte ma, i giorni sono tanti tanti,pare trecentosseantacinque in un anno, per chi pescano fra i molti brocchi anche me ,io che puntualmente giuro loro di non aver tempo, questo succede da quasi sesant’anni,un record credo ,proprio un record.

Kim Jong-un.

Written By: bruno - Nov• 30•17

Kim Jong-un è uno che ha studiato in occidente, è cresciuto con l’occidente in scuole dove avrebbe dovuto imparare, e gli insegnanti insegnare che non si gettano razzi a spasso per il cielo,anche nel cielo degli altri,avrebbero dovuto insegnare come si amministra e si valorizza un popolo per dare un qualche senso a questa civiltà strampalata dell’oggi,”civiltà”piombata nel più oscuro passato preistorico con tutta la sua tecnologia.Preistoria,preistoria,sempre preistoria,dove e quando, il primo bullo che s’incontrava ed aveva una certa forza ti diceva:buono o ti faccio fuori.Buono o ti faccio fuori,bell’insegnamento,bella scuola bell’occidente.