Non starai.

Written By: bruno - Set• 14•19

Non starai nella città fiorita di morti muti al vento. Sarai fra noi, come sabbia dorata del deserto che un giorno vedesti, coi suoi tramonti ultramondani. Sarai come la nostra grigia spiaggia , che calcasti, cocciuto bambino intento alla vita. Fosti sempre intento alla vita, finché le tue mani si chiusero misteriose a questo mondo. Le mie mani. Così nodose, come i nostri simili pensieri. Ma mi mandi la speranza seminata dei segni concreti del tuo aiuto. Ali di gabbiano che solcano il mio cielo, e sassi, e monti e pinete. e tessi col tuo filo invisibile il senso di ogni cosa

Francesca Pierucci.

Conte:l’avvocato sono io.

Written By: bruno - Set• 13•19

L’avvocato del popolo,da avvocato del popolo si è messo a fare l’avvocato degli indagati PD ma ,non contento del suo ruolo si accaparrato anche con la piattaforma Rousseau quello di difendere ed essere l’avvocato di quel gruppo virtuale con i loro rappresentanti in carne ed ossa che gli hanno permesso di fare l’avvocato di sè stessso.Per cui, essendo l’avvocato del PD,quindi della piattaforma Rousseau che l’ha lanciato come avvocato d’Europa oltre che di sè stesso non si capisce dove troverà il tempo per essere infine l’avvocato ,se non del popolo,almeno quello degli italiani.Misteri a norma di legge.

Creatura fortunata.

Written By: bruno - Set• 13•19

Creatura fortunata l’innocente, creatura viva sopra una carnosa foglia di tropico bagnato di rugiada piangente, creatura assennata e folle, creatura schiaffeggiata e vincente della sua stessa gioia, incompresa e amata dal nocciolo infantile di chi la tange, e derisa e venerata insieme, tu sei colei che dette il senso materno e chiaro al volger del giorno di chi cerca il suo cammino Sponda immobile all’infinito moto di questa terra a noi insicura.

Francesca Pierucci.

Le perle nere di Kella.

Written By: bruno - Set• 13•19

Barbablù non è solo una fiaba per piccoli, Barbablù è esistito veramente. Si chiamava Henri Landru, nato a Parigi il 12 aprile 1869. La sua infanzia trascorse serena, nulla lasciava presagire il mostro che sarebbe poi diventato. Fu educato dai monaci, divenne chierichetto, si sposò due volte ed ebbe cinque figli. Ma all’età di 46 anni pensò bene di movimentare un po’ la sua vita che gli deve esser parsa alquanto monotona e attraverso annunci sui giornali si mise a cercare donne benestanti, e con la prospettiva del matrimonio, le ospitava in una villa isolata, presa in affitto, nei pressi di Gambais Landru era inequivocabilmente gran seduttore, buon parlatore, con modi e abbigliamenti da gentiluomo e riuscì a circuire diverse ricche signore e farsi intestare i loro beni. Non gli fu difficile, la prima guerra mondiale aveva lasciato molti orfani e vedove con voglia di accasarsi Raggiunto il suo scopo le strangolava, ne dilaniava i corpi facendoli a pezzi, li bruciava nel forno della villa e ne spargeva le ceneri nei campi vicini per non lasciare tracce. Oltre 300 donne risposero all’invito, ma il numero esatto delle vittime non è dato a conoscere. Alcune vennero massacrate anche coi loro figli Venne tradito dal tremendo odore che usciva dal camino della villa e intervenuta la polizia, trovò cadaveri a brandelli, frammenti di ossa umane, denti e circa un kilo di polvere …. Solamente il 12 aprile 1919 (aveva 50 anni) dopo meticolose indagini venne arrestato Venne disposto un patibolo nel cortile della prigione di St Pierre a Versailles e venne ghigliottinato alle ore 06:05 del 25 febbraio 1922 Particolare macabro e curioso: la sua testa mozzata e mummificata è tutt’ora conservata al Museum of Death di Hollywood, per gli appassionati del genere

Kella Tribi.

Idioti di governo.

Written By: bruno - Set• 12•19

Tutti felici,tutti orgogliosi,siamo in Europa, abbiamo i nostri rappresentanti in Europa,grazie a salvini che gli ha fatto prendere uno spaghetto memorabile e che ha mancato di poco per essere li,li con qualche risultato in più per lui.E’ stato lo spaghetto Salvini a provocare tutta questa “nuova maggioranza” che fa quello che avrebbe (costretta) dovuto fare con Salvini.Il fatto,la questione è che, con Salvini dovevano tirare la corda in conflitto con le sue pretese,mentre con Gentiloni tireranno la corda senza nessun conflitto.Nei campi di concentramento mettevano un kapò ebreo per punire i suoi ,obbligando così uno dei loro per il lavoro sporco e non è una novità che si faccia fare quello che non si vuol fare facendolo fare dalla parte che si deve colpire,punire. Ebbene i kapò,i kapò nei campi di concentramento facevano questo forzatamente e forzatamente facevano anche la faccia truce feroce,mentre Gentiloni farà le stesse cose con il sorriso sulle labbra, accompagnato dal plauso di tutti questi utili idioti di governo.

Cicale.

Written By: bruno - Set• 11•19

Le cicale cantano i loro spensierati inni all’estate e gli insetti si cullano nell’aria tiepida, la sera giunge in punta di piedi col suo abito blu verso infinite danze, dove le voci sussurrano e le luci crepitano come fuoco invernale. Avanzano le attese voci del silenzio.

Francesca Pierucci.

L’Italia ridotta a municipio.

Written By: bruno - Set• 11•19

Il governo declassato a consiglio comunale,infatti la “rivoluzione” di questi lealisti di provincia si riduce nel formare un governo come si forma un consiglio comunale di una sperduto paese d’Italia.Dove il segretario è l’avvocato Conte coadiuvato da diversi assessori sparsi a pioggia per accontentare qualche agricoltore del luogo.Un governo di paese che guarda alla grande città come vedesse sé stesso e che mette il suo circondario dentro una nazione o un continente.Insomma gente che millanta e se la tira,se la tira forte di accordi comunali interni per cui mangiate questa minestra o saltate questa finestra.Dimenticavo il sindaco Mattarella,sindaco che dice di tutelare tutto il circondario ma si è appoggiato come al solito dai soliti furbi venuti di fuori.

Anno nuovo.

Written By: bruno - Set• 10•19

Anno nuovo, balzelli sul mio cuore come un filo di speranza impercettibile. Speranza, combatti oltre ogni evidenza che ti conceda un tramonto. Che ti conceda la mia esperienza di vecchia bambina. Portami con te sui prati che battei negli anni lontani, perduti e vivi alla mia anima che non posa le sue armi distrutte. Posa vicino a me sul filo lungo e chiaro di questo tramonto d’inverno. 31 12 2018

Francesca Pierucci.

Applausi.

Written By: bruno - Set• 10•19

Secondo alcuni,fuori i “fascisti” capeggiati dalla Meloni e Salvini,premevano contro il palazzo insultandolo con inaudite richieste di elezioni,elezioni.Dentro un maggioranza di europeisti “rossi e faffanculo” difendevano strenuamente la legge la Cosituzione e l’Europa,e,la difendeva anche dalla gazzarra interna di facinorosi poco onorevoli.Infine Conte,il Fregoli della politica otteneva i trenta denari pattuiti per la sua coraggiosa giravolta verso l’ordine mondiale.Dopo settanta anni si sente parlare e scrivere come fosse finita ieri o ieri l’altro una guerra che si avvicina al secolo dai suoi accadimenti con i suoi inossidabili “fascisti” e con gli antagonisti di allora.E’ vero,ci sono ancora i testimoni di quella guerra,ma ci sono anche coloro che ci campano,quelli che la sfruttano e la usano a loro piacere da ben settanta anni quella guerra e,da settantanta anni siamo costretti a rivivere corrette e rivedute,idee,posizioni distorte fraintese per il piacere di continuare una guerra,una infinita guerra rappresentata da una banda di comici in vena solo d’applausi e di potere.

Fallito l’accordo con i talebani.

Written By: bruno - Set• 09•19

Trump e Pompeo hanno fallito il loro piano di pace con i talebani,pare che,i talebani pensassero di essere fregati da un accordo che pendeva troppo sbilanciato dalla parte dell’America.Trump, a questo punto,non dovrebbe darsi per vinto anzi rivolgersi al suo “Giuseppi “Conte che,in Italia,in Italia è riuscito in un matrimonio PD ed un partito ex talebano cinquestelle con l’aiuto di Macron Merkel e la manina di Mattarella.Insomma se ingaggia la stessa squadra che ha funzionato in Italia la cosa diverrebbe certamente più piana e,immancabilmente realizzabile anche con i talebani.