Servi & potere.

Written By: bruno - Ott• 05•22

C’è di che rimanere impressionati ,basiti ,oggi, entrando in libreria;specialmente le grandi librerie :pile e pile di libri su Mussolini fanno bella mostra sul banco d’ingresso,mai visto in vita mia tanti nostalgici valletti che testimoniano,senza che alcuno lo richieda loro-e sono quelli che bivaccano in tv-la loro sospetta untuosa lontananza critica dal Duce e dal fascismo.Ognuno si sente in dovere di collocarsi contro: che è poi la solita storia del conformismo “intellettuale”,proprio come al tempo del Duce facevano i volenterosi servi del fascismo.

Ucraina fra due vittorie.

Written By: bruno - Ott• 04•22

Vorrebbero-pare- provare piccole bombe,però tattiche, atomiche,piccole,piccole che non fanno-secondo loro- male,o,molto,molto meno male di quelle grandi che fanno molto,ma molto male:tutto questo però pare.Comunque,in qualsiasi modo andrà a finire,quando finirà,sarà sempre-come di regola-battaglia sanguinosa,battaglia in cui ci sono sempre due vittorie:quella dei vincitori e quella dei vinti.(Flaubert)

Arriva l’inverno

Written By: bruno - Ott• 03•22

-Con l’inverno che viene senza gas o giù di lì grazie ai meschini giochi politici doveroso ricordare allora : ” La speranza dei nudi che faccia buon inverno” a volte citatomi da Antonietta Maserati Moretti e l’antico proverbio francese: “A brebis tondue Dieu mesure le vent che in italiano è : “Ad agnello tosato Dio misura il vento” .In ambedue i detti c’è la speranza in una Provvidenza climatica o Divina che sia; in tutti e due i casi è messa in evidenza la nudità, cioè l’impotenza di un essere ,umano o animale che sia di fronte alla sfrontatezza del potere qualunque esso sia-

Paola Mars.

Soluzione atomica.

Written By: bruno - Ott• 03•22

Forse è solo tattica;tattica del terrore ,la minaccia atomica di questi giorni forse.L’epitaffio ai morti per la bomba atomica su Hiroschima scrive:”riposate in pace perchè noi non ripeteremo l’errore”.dipende da che punto di vista lo si legge e lo si nterpreta:sopratutto se qualche potenza in lotta lo ricordi,potenza poi tanto per dire.Lo scoppio di una guerra atomica non sarebbe altro che il fallimento,fallimento di ogni ragione e di ogni politica,con tutte le sue irresponsabilità rappresentative e le sue incapacità che minacciano gran parte ,oggi,questo mondo “civile”.

Sedurre Biden.

Written By: bruno - Ott• 02•22

Il madolino un tempo pare fosse lo strumento necessario per sedurre le spagnole:non so quale strumento occorra alla Meloni per sedurre l’Europa;sopratutto sedurre il decrepito Biden:il peggior Presidente degli Stati Uniti di tutti i tempi.

Le perle nere di Kella.

Written By: bruno - Ott• 01•22

Questo omicidio risale all’11 novembre 2020. Quella mattina il 36enne Michele Marotta, imbianchino, era uscito di casa con la moglie Maria Tedesco, 30enne, per ritirare il certificato di avvenuta guarigione dal Covid; il figlio, all’epoca sei anni, era rimasto a casa (ed oggi è affidato ai nonni). Poi il 36enne era tornato alla villetta, giusto il tempo per recuperare la pistola, un revolver 357 Magnum, detenuto con regolare autorizzazione da caccia, e aveva portato con inganno Maria Tedesco in una strada sterrata nella periferia di San Felice a Cancello, lontano dalle abitazioni, dove nessuno avrebbe potuto sentirla urlare o aiutarla.

E lì l’aveva uccisa, sparandole da distanza ravvicinata sei colpi di pistola, un intero caricatore. Subito dopo era tornato nella villetta di famiglia e si era costituito ai carabinieri. Il movente, era emerso, era stata la gelosia: il 36enne si era convinto che la moglie avesse una relazione extraconiugale e già per questo motivo avevano più volte litigato violentemente.

Durante la requisitoria, il sostituto procuratore di Santa Maria Capua Vetere, Nicola Camerlengo, aveva chiesto l’ergastolo sottolinenando i motivi di quella che aveva definito una vera e propria esecuzione premeditata. Per il pm l’omicidio era stato l’ultimo atto di una lunga sequela di maltrattamenti e di vessazioni, tra cui minacce e schiaffoni al volto, a cui Maria Tedesco era stata sottoposta sempre per motivi di gelosia. Durante la requisitoria Camerlengo aveva letto anche una serie di messaggi scritti dalla ragazza su WhatsApp da cui era emerso il clima di violenza di quella relazione.

Kella Tribi.

Gas a gratis.

Written By: bruno - Ott• 01•22

Niente paura:il gas fuoriuscito dal mar Baltico e che arriverà in Italia a ore non ci costerà nulla ,proprio nulla ,nemmeno un centesimo:niente bollette,omaggio della ditta.

Maintenant le dèluge..

Written By: bruno - Set• 30•22

– Après nous le déluge ? Macchè, stando così almeno si salverebbe il passato. No , sempre più il motto parrebbe essere :” Avant nous le déluge”. C’è una frenesia per modificare dalle parole via via la vita stessa, il suo significato raggiungendo una specie di immanenza. Eliminazione di passato / futuro per un pesante monotono “adesso” “senza ricordi né progetti. Presupposto ideale per inserire nelle nostre menti qualunque pensiero : non essendoci né passato né futuro tutto è bevuto ed eliminato a seconda che i potenti di turno vogliano o no una cosa o l’altra. Tutto fin dalle cose più banali come il cambio dal neutro ( che in italiano coincide con il maschile) al femminile se si tratta di femmine. Improbabili suffragette partoriscono nomi ridicoli non più legati alla storia passata. che tuttavia non avrebbero alcun senso particolare nel futuro se non una generica sessualizzazione del nome, ma, allora, la parola “atleta” a rigor di logica dovremmo usarla solo per le femmine? Un maschio diverrebbe “atleto”? altro: Se il PD ha preso una mezza batosta alle elezioni scorse e invece di capirne il perché , valuta di mettere come nuovo segretario una donna è per fare pendant con la Meloni? saremmo al “Maintenant le déluge! E non finisce qui.

Paola Mars.

Consigli.

Written By: bruno - Set• 30•22

Tutti,tutti i mezzi di informazione:con capi,presidenti,segretari,sindaci ,autorevoli religiosi predicano o,perlomeno incitano esortano da mattina a sera che occorre cambiare,cambiare essere migliori perlomeno diversi,sacrificarsi,rinuciare a questo e a quello ma:ma è mai ,proprio mai ,mai possible che non gli sfiori il sospetto che,a cambiare dovrebbero essere loro,loro ,proprio loro che non cambiano mai.Loro,che governano nazioni,sovrintendono a masse di persone ,società al collasso,guidate da criminali,ladri e mascalzoni che fanno “politica”,decidono derubano e massacrano e,fanno massacrare migliaia di persone,guidati da perversioni politiche che sono il vero,unico problema di questa come di ogni società?

PD.

Written By: bruno - Set• 29•22

Certo:una definizione per questo partito detto PD ci sarebbe,e schiarirebbe molto,molto le idee.Tralasciamo il cappello,tralasciamo l’organigramma superiore che regola questa formazione .Il sedicente partito,detto “democratico” è solo una sorta di formazione gesuitica,fornita culturalmente da tesi di Padre Andrea Dell’Asta -pensiero unico-e che ,come riccamente documentato viene descritta già nel 1540 :quale braccio militante che esalta,fino al fanatismo,lo spirito battagliero-mal rappresentato però da Letta-per spegnere tutte le correnti umanistiche che da costoro vengo definite “democraticamente”,populiste.