Mura & muri.

Written By: bruno - Feb• 16•19

L’unica città che ricordo senza mura era Sparta,ma era pericoloso,pericolosissimo avvicinarsi,gli spartani hanno fatto fuori gli Iloti,loro servi in una notte,in una notte sola.Non c’è città che non abbia mura,non palazzo,non giardino non stanza,anche le chiese son fatte di invalicabili mura.I condannati stanno dentro ristretti, alle mura,i giardini hanno inferriate murate,le case si dividono nel loro interno di tante mura e si chiamano stanze.la clausura religiosa ha insuperabili mura,insomma non c’è luogo su questa terra,luogo che sia strada nazione città borgo castello che non abbia le sue belle mura.L’uomo si è circondato da muri e mura con porte chiuse a chiave ,ed è strano,per non dire singolare che,dopo tutta questa bella esibizione di murate magioni,qualcuno in vena di stramberie e tanto per contraddirsi elogi un paese senza mura.

Liliana Bongiorno.

Written By: bruno - Feb• 15•19

In effetti Freud,in tutta la sua monumentale opera parla, fra l’altro ,di un caso che lui ha osservato e che era in cura da lui di un alto magistrato del suo tempo.La proposta (mi pare) di aver letto da qualche parte della Bongiorno di fare un esame,un test psicoanalitico per chi entra nella carriera di giudice mi sembra perfetta,anche se,questo test andrebbe allargato a quasi tutte le categorie di responsabilità nella società che si è così precostituita,aggiungerei arrangiata, nonostante i corsi di lauree che qualche volta l’incrostano,questo in tutti i tempi e in tutti i rami.Ma,ma quella del giudice è particolarmente sensibile,direi soggetta e coatta alle sue scorze psicologiche,alle sue oscurità inconscie per potergli affidare con qualche leggerezza il “giudizio”,capacità di giudizio ma sopratutto capacità di interpretazione,iterpretazione che è quanto di più psicologico e qualche volta patologico possa esistere.

Libertà di stampa.

Written By: bruno - Feb• 14•19

Libertà di stampa,modestamente questo blog è stato denunciato per calunnia una sola volta e non so nemmeno se questo blog possa essere considerato stampa.Occorre aggiungere che l’accusa a questo blog è in seguito caduta nel nulla ma vi sono state tuttavia le spese legali da affrontare e sopratutto pagare.Nella modestia comunicativa,o di comunicazione di quello che si scrive qui ,da però il senso della proporzione sulla “libertà di stampa”,bisogna scrivere con il codice in mano e spesso non basta nemmeno il codice.La stampa ha tutto il diritto di “vendersi” o vendere a seconda dei propri interessi o spèsso delle proprie convinzioni.Non c’è nella di anomalo nello scrivere pro o contro questo o quello,pagati o gratis.Ed è piuttosto il pubblico che deve,o dovrebbe avere “libertà do giudizio”,che è molto più importante della libertà di stampa,tanto che un ipotetico pubblico dovrebbe saper distinguere il grano dal loglio, capacità del tutto impensabile,essendo il pubblico stesso a servizio o,a mezzo servizio di questo o di quello.

Le “gran cose” della storia.

Written By: bruno - Feb• 13•19

Nelle antichità ebraiche si legge che Azel fidato domestico del Re dei Siri fu mandato dal profeta Elissaio,essendo il Re malato e volendo sapere cosa dovesse fare il Re per guarire,ma Elissaio dice ad Azel di non dire nulla al Re visto che sarebbe morto.Elissaio dicendo queste parole scoppia a piangere gridando e versando molte lacrime,al che Azel domandò ad Elissaio perché piangesse così,Elissaio allora disse:”grido per pietà della moltitudine degli Israeliti,per le sfortune che dovranno sostenere per causa tua.Tu,ucciderai i loro uomini migliori,incendierai le città più forti,e tu ucciderai i bambini gettandoli contro i sassi e sventrerai le loro donne incinte”.E alla domanda.”qual forza mi sarà mai data per compiere queste grandi cose?”Elissaio risponde che lui sarebbe diventato Re-Ora, da questa piccola citazione possiamo trarre una qualche conclusione per capire come spesso nella storia sia una “gran cosa”,spaccare teste di fanciulli sui sassi e sventrare donne incinte.

Burattini & burattinai.

Written By: bruno - Feb• 13•19

A Friburgo hanno perso la testa,fiammate da osteria partono da tutte le parti (anche se oggi si beve di meno ma ci si droga di più),siamo allo stadio per l’incombere delle elezioni,di elezioni in cui qualcuno potrebbe perdere il diritto d’insulto con paghe da satrapo.Consola la Francia che telefona in Italia a Mattarella per dichiarare di essere più amica che mai della nostra isolata Patria.Da noi c’è chi dice che a Bruxelles hanno fatto bene circa il burattino Conte,c’è invece chi,sempre da noi, si sente estremamente offeso e vorrebbe sfidare a duello l’Europa intera,insomma una cagnara,una specie di morra dove tutti,burattini e burattinai vorrebbero vincere,vincere al gran teatrino d’Europa con la bava alla bocca,nascondendo il coltello dietro la schiena,in nome di un Europa unita ,di un’ altra Europa,di un Europa diversa ma non troppo o per far prima ,dell’Europa di come la vorrese voi e che vi piace.

Zero.

Written By: bruno - Feb• 12•19

Tutti felici per la dèbacle grillina nelle recenti votazioni,tutti felici,soddisfatti quasi si fosse realizzato un sogno,un desiderio,la voglia di finirla con un movimento che si può paragonare ad una cellula staminale,a tutto adattabile,ma che di per sé da enormi problemi per la sua mancanza di identità.Desidero specificare che non sono grillino ed è per questo che mi permetto un osservazione (per quel che vale).Tutti felici,felici ma,con prudenza,i grillini fanno la parte nelle elezioni politiche ad una specie di catenaccio,catenaccio dove certe cose non possono e non devono passare,catenaccio trasversale,trasversale perché gente o popolo,come piace dire a certuni di paludati e ben compensati palazzi,certuni certe cose non le sopportano,non le sopportano nemmeno da parte dei loro e per questo, al momento del voto tirano un frego e se ne fregano delle idee e dei contenuti,considerandole meno di zero.

Prostituzione “legale”.

Written By: bruno - Feb• 11•19

Se non ricordo male,studiando la vita di Socrate mi pare di aver letto che una sua prima maestra fu proprio una puttana e mi pare che il fatto fosse anche circostanziato nella notizia.Dario il grande,quando fecero il suo monumento ,la parte più importante o maggiore fu donata dalle puttane del tempo,lasciamo perdere la Maddalena e Gesù.I Papi a Roma,ed è certificato si fecero le palanche con i casini,di cui godevano un introito cospicuo per non dire rilevante.Oggi non si capisce bene tutto questo livore verso un “ordine” così antico di chi pratica il mestiere del piacere per tutti i prezzi e tutti i ceti.Dovrebbe essere insignito (questo antico ordine)con una croce al merito per che si sorbisce botte e ceffi e mezzi uomini con uomini a volte interi tutti i santi giorni per tutte le sante settimane che stanno dentro i mesi.Sulla prima pagina di un giornale cattolico vedo strillato:”ex frequentatore di prostitute si pente” con tutto il seguito che comporta il mondo della prostituzione e che non è,lo sappiamo rose & fiori,ma spesso fiori solo appassiti.Se proprio si desidera,se proprio si vuole regolare e attutire il lavoro degli avvoltoi che gravano sulle teste di queste donne bisognerebbe lasciarle fare in cooerative autogestite,cooperative garantite e protetto dallo stato che potrebbe esigere così ,come in ogni tempo le sue belle tasse o gabelle.In fondo è come l’uovo di Colombo,e chissà quante maddalene ci sono i mezzo a quelle donne.E, se proprio,se proprio si desidera essere giusti,visto i tempi si faccia così,allo stesso modo e si tuteli anche per la prostituzione maschile.

Sindacati.

Written By: bruno - Feb• 10•19

Un esercito insonne con i sindacalisti in Piazza San Giovanni a Roma,un armata scomparsa e improvvisamente riapparsa contro i diritti di tutti i poveri,una latitante armata che fa politica pagata e strapagata per dire cose che non hanno mai detto e che non ha mai voluto dire.Un armata a cui sono state stracciate le (loro) insegne in faccia (tosta) e non hanno mai fatto una piega una smorfia.Eccoli di nuovo gli zombi d’Italia ,l’Italia sindacale ad accampar diritti che non hanno mai difeso ma che hanno difeso e saputo difendere, con protervia una paga,il soldo per il loro silenzio.Meglio sarebbe per loro,per questi tornare alle tetre tombe da cui sono usciti,tombe su cui milioni di mani hanno da tempo scritto e sottoscritto le loro infamie,cancellando per sempre usurpati e osceni immeritati meriti.

Foibe.

Written By: bruno - Feb• 09•19

Impossibile negare o sminuire o anche “giustificare” le foibe in cui hanni ficcato uomini e donne,uomini e donne che dovevano essere e divenire l’emblema della ferocia marxista,ferocia spacciata mascherata per molto,troppo tempo come forma democratica di convivenza civile ma ,sopratutto ipocrita e criminale.

Azione & reazione.

Written By: bruno - Feb• 09•19

La Francia,la Francia di Macron si tira indietro rincula,si tira indietro coi migranti (sic),indietro con Aliitalia,indietro a tutta forza e a tutta faccia tosta che ,di migranti se ne è sempre infischiata e di Alitalia se ne impippa e se ne è sempre impippata.E,se è per quello ,se ne infischia anche dell’Italia tutta,l’Italia ridotta a zerbino stracciato su cui tutti i popoli d’Europa hanno sfangato le loro suole.Tutto questo però ha un risultato un risvolto,un risvolto inaspettato per i francesi e per Macron,i gilet gialli adottano lo schema dei cinquestelle alle prossime elezioni europee dimostrando così che ogni azione ha la sua bella reazione uguale e contraria.