Archive for the 'Senza categoria' Category

21 Marzo.

Quando ero bambino la politica pareva cosa misteriosa che ci pioveva addosso,addosso come manna dal cielo,nel cielo del deserto di questa vita.Pareva cosa “sacra”,sacra per menti eccelse e rare,così appriva ad un bambino,un bambino che guardava con gli occhi di un bambino il mondo dove c’era la politica,la politica punto e basta,la politica,come c’era l’aria […]

Read the rest of this entry »

Libertè,liberté.

Visto che è possibile andare a prendere direttamente dei “migranti naufraghi” che sbarcando e gridano :libertè libertè (avendo così sbagliato nazione che da noi si dice libertà libertà), è altrettanto possibile e legittimo ,in questa repubblica del fai da te,prendere un “lupo di mare,uno,uno che sa cosa significhi guardare negli occhi l’altro che annega ma […]

Read the rest of this entry »

L’Italia si “sveglia”.

Si vuole creare un caso?Basta mandare un nave italiana nelle acque internazionali che dovrebbe gestire la Libia,si caricano una quarantina di “profughi” che hanno pagato il biglietto a dei delinquenti e il gioco è fatto,la nave pre- elettorale la lasciamo a mollo con i titoloni dell’Espresso che galleggiano campeggiando per le rassegne stampa che ci […]

Read the rest of this entry »

Imane Fadil.

Imane Fadil “l’olgettina” implicata nel caso Berlusconi ritorna in campo con le sue vicende che hanno riempito le tasche a tutti gli italiani ora che è morta,morta pare avvelenata da un mix di sostanze radioattive.Berlusconi dichiara”:non l’ho mai conosciuta”,e noi ci crediamo anche se l’avesse conosciuta, in fondo una vicenda come quella di queste ragazze […]

Read the rest of this entry »

Cina.

In questo mondo pieno zeppo di grandi potenze e grandi interferenze dove ,alcuni si dichiarano democratici e dove altri sono antidemocratici a prescindere,in questo mondo dove le tecnologie la fanno da padrone non da oggi ma anche fino all’altro ieri, è difficile difficilissimo stabilire un ruolo dell’Italia per cui ci sono timori che una nazione […]

Read the rest of this entry »

Suprematismi.

E adesso non cominciamo con il superassimo bianco, diciamo piuttosto che, questo suprematista bianco è un delinquente,un delinquente senza niente intesta,un delinquente come sono stati tutti quei suprematisti islamici delinquenti pure loro,delinquenti,delinquenti fuori di testa che hanno sparato allegramente per tutta l’Europa.Non cominciamo a dire che non si può più dissentire,protestare,non date la colpa addirittura […]

Read the rest of this entry »

Staccate quella luce all’ex Enel.

La fiera delle letterine continua sulla ex Enel,ex Enel foderata dai soldi della Fondazione-Toscani e,se non fosse tutto per quei soldi nessuno se ne occuperebbe,anche perché nessuno investirebbe un centesimo sopra una qualsiasi proposta,compresa quella di sinistra che gode di endorsement tipicamente politici,endorsement ottusi e parolai,conformisti fino all’eccesso,a scoppio ritardato e,in ritardo.In ritardo ad esempio […]

Read the rest of this entry »

Piacenza & il suo governo.

“La politica ritrovi l’orgolio e la capacita di conservare il suo primato”,così si chiude un comunicato rivolto alla Commissione e verso i dirigenti del Comune piacentino dove ,vedi Commissione bilancio ,Boccaletti con un intervento puramente tecnico ha sollevato la legittima perplssità di una importtante componente dell’attuale giunta,la quale fa osservare,fra l’altro ,il comportamento singolare e […]

Read the rest of this entry »

Le giuggiole di Augias.

Non c’è cosa che faccia andare in brodo di giuggiole Augias nella sua trasmissione quando parla di “filosofia,poesia,letteratura,storia”,tutta roba che ,per lui Augias, che è un rappresentante di una sinistra radical chic che lui rivendica con una certa civetteria e che trova bene attagliata , con un certo sorriso compiacente non privo di vanità.Bene,quando Augias(come […]

Read the rest of this entry »

Theresa May.

Ma perché l’Inghilterra è l’Inghilterra altroché votazioni,referendum,accordi e compromessi.Quando uscì dall’Europa con la brexit,contro tutti i pronostici lo fece senza alcuna esitazione,si disse allora che la colpa era da imputare a vecchi balordi di campagna,pur tuttavia la brexit lo decise e lo fece,lo decise l’Inghilterra,quell’inghilterra che non piega il capo,qualcuno dirà che è ancora quella […]

Read the rest of this entry »