Campa cavallo.

Written By: bruno - Lug• 22•20

Tutti contenti arrivano i soldi,soldi mirati s’intende,Conte dalle foto pare raggiante e ne ha fatta di strada da quando l’hanno messo li tanto che pare più sicuro e,un successo o un para-successo è la stessa cosa per uno messo a capo di governo senza il consenso popolare.Bene tutti contenti,ma c’è e rimane sempre l’icubo elezioni che verranno quando dovranno o le lascieranno venire e li forse i conti di Conte non torneranno più.Quei soldi però ,potrebbero essere la condanna di Conte & soci,ognuno tira la giacchetta dalla sua parte e già questo è un brutto segno,orizzonti di scontri fuori e dentro la maggioranza,nubi si prospettano quindi all’orizzonte giallo-rosso,ognuno vorrà e saprà come si devono usare quei fondi,fondi che rischiano,a parte la gioia effimera del momento di affondare o forse anche indebolire un governo già debole di suo che regna al motto di:campa cavallo che l’erba cresce ,nel feudo d’Europa.

Solo il tempo.

Written By: bruno - Lug• 21•20

Sebrerebbe fatta per l’Europa,l’esultanza è fragorosa con qualche distinguo d’obbligo,anche perchè capire di queste cose ci vuole una palla di vetro per gente comune del mio calibro.Allora esultiamo(con riserva),esultiamo a coro muto,esultiamo con incertezza e prudenza.Esultiamo perché ci dicono di esultare quasi rinate sardine agli ordini di Prodi,sarà gloria vera?Arriverà la cavalleria olandese?Solo il tempo risponderà se saprà e potrà rispondere.

C’era una volta la Francigena.

Written By: bruno - Lug• 20•20

Ed eccoci a parlare,meglio scrivere ancora sul resocondo della via Francigena e del “Guado diSigerico” che si è tenuto ieri a Soprarivo di Calendasco,dove il nocchiero del Po Danilo Parisi e sindaco di Calendasco oltre la neo direttrice dell’archivio di Stato Riva hanno tenuto una giornata di memoria.Dalla Relazione si apprende che, il Guado di Sigerico è diventato famoso anche per i furti subiti delle imbarcazioni in dotazione al luogo per traghettare.Quindi si è letto dei diversi possedimenti Gobbi che dalle mappe risultano, quasi fosse un resoconto catastale di agrimensura.Poi ci si e dilungato sul castello di Sarmato,Sarmato luogo dove esiste una grotta storica,pur non essendo in montagna,cosa che invece è stata rigettata per le cosìdette “grutti” di Calendasco a proposito di San Corrado a dimostrazione che la storia è ” un opinione” spesso sotto protezione politica che si fa vera e propria disinformazione se non addirittura favola.Insomma da quel dotto convegno non appare perchè esista e sia esistita una Compagnia di Sigerico che ha messo la firma al luogo Guado di Sigerico e che nel deumila Rutelli ha dato duecentocinquantamilioni al progetto della Compagnia di Sigerico firmato dall’architetto Bellocchi di San Nicolò,denaro che la Compagnia di Sigerico ha creduto bene di passare alla giunta comunale di allora senza ottenere alcun ringraziamento,nemmeno postumo.Se,se oggi,il Guado di Sigerico è nominato e fermato per sempre è solo ed eslusivamente merito della Compagnia di Sigerico,non del signor Danilo Parisi,il più derubato di traghetti della zona e men che mai merito del sindaco di Calendasco ma,ancor meno del castello di Sarmato.Da quella dotta relazione mancava,e non è la prima volta nella storia,San Corrado Calendasco,il suo Castello,ma qui vorremmo fermarci,fermarci,davanti al chiacchiericcio “storico” di Soprarivo.

E voi e noi.

Written By: bruno - Lug• 19•20

E quando mai uno pieno di debiti può fare la voce grossa da qualche parte.Che volete che diano a Conte,a Conte che, si dice rappresenti anche l’Italia,un Italia piena di debiti che si concentra tutta nella sua figura ?Il popolo d’Italia l’Europa non lo vede, vede solo in Conte un loro funzionario messo li dagli interessi d’Europa .Gli olandesi fra l’altro,hanno detto senza tanti peli sulla lingua:stiamo in Europa finchè c’è interesse,con un ragione che non fa una piega,non fa una grinza,per una nazione frugale come la loro che ripete di stare in Europa a patto che vi sia un qualche interesse per restarci ci sembra illuminante.E noi e voi,e noi e voi italiani andiamo e andate a chiedere,dopo aver sperperato tutto, un qualche credito a gente che sta in Europa per il suo esclusivo interesse?E voi e noi, crediamo e credete davvero logico,possibile ,spremere qualche goccia spicciola ipocrita solidarietà da gente che sa far di conto e tiene un libro di creditori e debitori fra i libri di maggior interesse?

Cavalleria romana.

Written By: bruno - Lug• 18•20

Questa specie di uscita dal coronavirus che molta stampa definisce ancora vivo,ha lasciato un pò tutti come quello che di solito succede dopo una convalescenza o,uno scampato pericolo.C’è voglia di festa,c’è voglia di ricominciare e, si aspetta,si aspetta una specie di manna dal cielo.Se ,una grazia si è già avuta evitando la pandemia,perchè non propriziarsi una seconda che metta tutti in careggiata?E qui molti pigolano come uccelli nel nido che arrivi la pappa,il nutrimento che rafforzi le ali per il prossimo volo.Il volo,quando tutto intorno è a terra ma ,una voce dal cielo,una voce dal cielo governativo squarcia la tempesta e giura e grida:noi vi salveremo(a debito).In realtà i giochi sono stati già fatti, i morti son morti i falliti son falliti e di quelli non si parli più,o non se ne parli affatto che, ogni “guerra”,ogni guerra esige i suoi morti,le sue vittime,magari anche “eroiche” vittime.Tutti giurano e aspettano che arriverà la cavalleria con i rinforzi ma,ma nel fortino assediato e autoreferenziale romano non sanno nemmeno formulare un ordine di marcia,si dice che lo daranno,si dice che non lo hanno ancora detto ma lo hanno pensato,si dice anche che l’hanno pensato ma non detto,insomma giurano e dicono e si dice che la cavalleria c’è,eccome se c’è,ma ,purtroppo,purtoppo si trova lassù,lassù nella “virtuosa” Olanda.

Le perle nere di Kella

Written By: bruno - Lug• 18•20

Nel cimitero di Greenwood, a Brooklyn, c’è un imponente mausoleo costruito come un antico tempio. E’ il luogo dell’eterno riposo di John Anderson, un ricco commerciante di New York, proprietario di un lussuoso negozio per fumatori (volgarmente un tabaccaio) che sorgeva a Lower Manhattan. Anderson si trovò coinvolto in un caso di omicidio che scosse l’opinione pubblica cittadina dell’epoca, 177 anni fa, delitto rimasto sempre irrisolto Fu uno dei primi casi di omicidio che attirarono la morbosa curiosità del pubblico, anche per i sordidi dettagli rivelati dai tabloid popolari, che in quegli anni stavano iniziando la loro ascesa. Tra Liberty Street e Broadway c’era il negozio di John Anderson, un locale di alta classe dove si vendevano articoli per fumatori, in sostanza una tabaccheria di lusso, frequentata dagli uomini più in vista della città. La ragazza era conosciuta in città come la “Beautiful Cigar Girl”, la bella ragazza dei sigari, famosa per il suo bel viso e la graziosa figura. Mary Rogers fu assunta per stare alla cassa, con il secondo fine di attirare i gentiluomini della città, e flirtare discretamente con loro. E infatti gli uomini accorrevano, dai modesti impiegati fino a famosi scrittori. Il negozio di Anderson divenne una sorta di club di fumatori letterario In una domenica di mezza estate, il 25 luglio, Mary disse alla madre e al fidanzato, che sarebbe andata a trovare alcuni parenti nel New Jersey. Durante la giornata New York fu investita da una forte tempesta, così nessuno si preoccupò del fatto che Mary non fosse rientrata a casa, da quel giorno però, Mary non fece più ritorno Il 28 luglio, due uomini che passeggiavano lungo le rive del fiume Hudson, in una località chiamata Sybil’s Cave, videro galleggiare in acqua qualcosa che sembrava un corpo di donna. I due si avvicinarono con una barca e rimasero scioccati alla vista del corpo di Mary, brutalmente assassinata. Secondo il medico legale, la donna era stata strangolata, ma prima picchiata con violenza e stuprata L’omicidio, con una vittima così giovane (Mary aveva solo 20 anni) e bella, tanto nota in città, catturò l’interesse dei cittadini di New York, e ovviamente della stampa, che riportò ogni dettaglio del caso. Nei dintorni di una taverna vicina al luogo dove era stato trovato il corpo, furono rinvenuti dei vestiti di Mary “evidentemente lì da almeno tre o quattro settimane”. Un anno dopo il suicidio di Payne, il proprietario della taverna fece una confessione sul letto di morte: Mary Rogers, quella domenica, era stata nella sua taverna, insieme ad uomo “alto e scuro”, che lui sapeva essere un dottore. Secondo l’oste la ragazza era lì, nel suo locale, per sottoporsi ad un aborto, poi finito in tragedia. Tutta questa presunta ricostruzione non spiega ovviamente né lo strangolamento, né la brutale violenza subita da Mary. La vox populi invece indicava come colpevole il suo datore di lavoro, John Anderson, che probabilmente l’aveva messa incinta e poi consegnata nella mani dell’abortista Madame Restell eco ma non fu mai indagata dalla polizia. L’attenzione per il caso irrisolto, come sempre accade, fu distolta da altri efferati omicidi, ma lo scrittore Edgar Allan Poe scrisse il racconto “Il mistero di Marie Rogêt”. Anche nel racconto di Poe, come nella realtà, l’omicidio rimane irrisolto.

Kella Tribi

I sogni.

Written By: bruno - Lug• 18•20

I sogni svaniti non possono prosciugare il mare, il cielo azzurro e il canto delle infinite creature di questo mondo. In essi è il senso del tutto. I sogni non muoiono mai se guardiamo l’infinita bellezza delle cose e non abbiamo l’anima aperta all’accettazione di tutto ciò. Bisogna decentrarsi da se stessi per trovare il proprio se.

Francesca Pierucci

Questa prigione.

Written By: bruno - Lug• 17•20

Questa prigione stillata dai troppi anni, come pioggia sui notturni vetri, avvolge talvolta stanchi passi, sopra il cotone di nuvole che ingoiano ogni suono, come la neve sotto un mattino di lucido inverno. Alza gli occhi e sentirai di nuovo ogni canto, ogni odore alle narici bambine. Accetta, e tutto sarà intero ai tuoi occhi e agli stanchi passi.

Francesca Pierucci.

Donne al mercato.

Written By: bruno - Lug• 17•20

Nell’impero Assiro,per una antichissima legge attribuita a Semiramide,succedeva che ,sulle pubbliche piazze venivano portate tutte le ragazze in età di matrimonio.Un pubblico “gridatore” metteva dapprima in vendita all’incanto le più belle ed erano le più costose,poi quelle con cui la “natura” era stata avara di pregi,ad un prezzo minore delle prime esibite e messe e,così vendute al miglior offerente.Per “decenza” la magistratura d’allora consegnava le ragazze al futuro marito solo dopo il versamento di una caparra.Pomponio scrive che una legge simile fosse presso i Geti e i Veneti dell’Illiria come scrive Erodoto.

Autostrade.

Written By: bruno - Lug• 16•20

La “grande” vittoria di Conte con autostrade è che Benetton si tiene i guadagni e,la Cassa depositi e prestiti ci mette i soldi dei risparmiatori così la frittata è fatta.Bhe!come conquista,come “capolavoro”grillino non c’è male.I privati sono dichiarati inadatti alle imprese (alla faccia delle riforme europee) e lo stato deve rappezzare, o tornare a rappezzare dopo che è stato mietuto e messo in cascina da parte del gestore Benetton.Insomma una marcia indietro che la dice tutta su come gestire l’economia prossima futura.In tempo di guerra quando la posta veniva controllata un contadino scriveva a casa,e la censura non non lo capiva,anzi,credendola una frase innocua la lasciava passare.”Si avanza zappando” scriveva il soldato-contadino a casa facendo capire che quando si zappa si indietreggia non si avanza e questo potrebbe essere il motto della “guerra” di Conte.