Joseph Cataphilus.

Written By: bruno - Gen• 17•17

Risolto il giallo Cataphilus,che così si chiama il mio amico turco,la foto che ha pubblicato riguarda l’arresto di Sevan Nusanyan un intellettuale turco armeno,Grazie Joseph.

Julius, fatti sentire.

Written By: bruno - Gen• 17•17

Ho un amico su FB,un turco che mi pare si chiami Julius e poi Caterphilius,ma il cognome è così complicato che non riesco a ricordarlo,ne a rintracciarlo scrivendo il suo nome nell’agenda.Bene ,questo amico,persona sensibile e colta parlava con me di musica e di letteratura,questa mattina nell’aprire il computer vedo il mio amico Julius,seduto su di una poltrona verde e due poliziotti di schiena che lo stanno arrestando,almeno così sembra,l’intestazione della foto era questa:”nuovo profilo di Julius”,al che mi sono affrettato a scrivere un commento del tipo:”spero non sia tu quello della fotografia”.Non ho ottenuto alcuna risposta,l’ho ricercata ma non ho più trovato la foto.Ora non so se quella foto rappresentasse il mio amico ,non so nemmeno se quella foto fosse vera e fosse stato arrestato,sopratutto non ne conosco i motivi.Occorre a questo punto fare una riflessione,nel gran marasma turco con veri attentatori e attentatori delle libertà individuali da parte dello stato è difficile capire come vivano i turchi nella loro nazione.Difficile capire dove sta la ragione e il torto che un regime ,come quello di Erdogan rende sempre più asfittico.Auguri Julius,fatti sentire.

Cielo!Ancora Renzi.

Written By: bruno - Gen• 16•17

Renzi ritorna?Davvero ritorna?Più che un ritorno è che ci sono le forze che lo hanno spalleggiato che sono sempre rimaste in campo,Gentiloni in confronto a Renzi è un Teddy Reno,un cantante confidenziale ma,con il ritorno di Renzi turatevi le orecchie e il naso.Anche il più scassato comico,un qualsiasi scalcinato cantante da balera sarebbe stato mandato a casa per sempre dopo un fiasco così sonoro come quello che si è preso Matteo,Matteo Renzi,intendiamoci.Anche il più scalcinato cantante,con grosse raccomandazioni non avrebbe saputo mettere una pezza al bruciante disastro che hanno affibbiato all’ex primo ministro,invece,invece eccolo qua,Renzi,si proprio lui,l’Ercolinino sempre in piedi,il Rin Tin Tin della politica italiana, con la solita frase storica:”invece di dire sempre io ,dovrò imparare a dire noi “,che volevate di più ,che volevate da un Renzi Matteo?

Di successo in insuccesso.

Written By: bruno - Gen• 16•17

La folla, la gente,molta gente e,c’eravamo in tanti troppi,queste sono le parole con cui si desidera siglare un “successo”,mettere in evidenza dentro una foto un avvenimento ma folla gente,molta gente ,significa soltanto che c’erano in tanti,in tanti senza sapere,senza specificare,senza spiegare,in tanti ma, a fare cosa?Gli uomini si sa ,guardano le cose per il loro peso la loro grandezza,con il più alto,il più bello e molto è contrario di poco o di poca.Ricorda quel tale che all’aquisto di una radio si mise a soppesarla cercando di descriverne la bontà o qualità con:”è buona è buona,senti come è pesante”.

Antonio Boggia.

Written By: bruno - Gen• 15•17

L’ultimo boia austriaco di Milano fu Giovanni Lacheer e l’ultimo impiccato fu Antonio Boggia in piazza Vetra.Il boia Lacheer ,per non essere riconosciuto fuori “servizio” dal popolo ottenne l’autorizzazione di indossare una barba rossa.

Democrazia.

Written By: bruno - Gen• 15•17

Una gran voglia di democrazia in America,democrazia del tipo che parla con i media,democrazia dei mezzi di informazione che praticano la democrazia,si democrazia a loro modo,come a modo loro i commentatori trattano la democrazia,la loro democrazia.Piange Obama per fine democrazia ,la sua “democrazia” mentre il popolo urla :ancora tu ancora tu Obama e, se fosse l’Italia o fosse in Italia,in Italia con un Napolitano qualunque non ci vorrebbe niente, un nulla ,per contentare il suo “popolo “,quel popolo,il “popolo” degli Obama come il “popolo” dei Napolitano,insomma quel “popolo” li ,che di democrazia solo lui se ne intende.

Ammazzare il padre e la madre.

Written By: bruno - Gen• 14•17

Nei giovani ,come nei bambini ,vi son poche regole “morali” e quando anche vi fossero state messe, sono fragili.Immaginare un universo di fanciulli buoni ed ingenui fa parte della retorica che affligge ogni epoca,un bambino un ragazzo o ragazza,quando ci si mette è crudele come un qualsiasi criminale e,come un qualsiasi criminale non tiene in alcun conto della vita altrui,fosse anche quella dei propri genitori.Ora,sentir parlare dei due ragazzi assassini in questi giorni di cui, uno supportato dall’altro si è preso il gusto di prendere a colpi di scure prima,il padre,poi molto probabilmente essendosi svegliata piena di terrore anche la madre lascia sgomenti.Oggi questi delinquenti sono pieni di contrizione,si dicono pentiti e tristi,qualcuno invoca una pena alternativa al carcere,altri li inzuppano di giustificazioni incomprensibili.All’omicidio,al doppio omicidio di un padre e di una madre può esserci pentimento è vero,può esserci pentimento sincero,sincero solo dopo una quarantina d’anni di carcere,carcere fatto tutto di fila,senza sconti e senza giustificazioni.

Ai Weiwei.

Written By: bruno - Gen• 13•17

Non si dovrebbe mai scriverne mai di eventi come quelli di Palazzo Strozzi a Firenze,scriverne o parlarne significa conferire un qualche valore ad un mucchio di incrostazioni “moderne” a cui si attribuisce il titolo di impatto politico simbolico,politico simbolico, l’ammucchiata di Ai Weiwi,cominciando dei “simbolici” canotti che contornano ,come sempre in “dialogo”, con le antiche finestre del Palazzo fiorentino,in un forzato mostruoso ipertrofico “rapporto tra tradizione e modernità”grazie e secondo i soliti curatori.Bene questo l’antefatto,i migranti (quelli veri) che si sono rotto i coglioni di fare i migranti di solo forte impatto politico simbolico, si sono recati in massa nel palazzo ridotto a ferramenta ,credevano,bussando a quella porta ,credevao i veri migranti,pensavano di trovare giustizia cibo misericordia, credevano speravano, quegli ignoranti autentici migranti di trovare uno specchio alla loro condizione ed hanno invece trovato solo un cinese,proprio un cinese,un cinese che non è venuto nè in canotto nè in bicicletta.Pare siano rimasti delusi,molto molto delusi da tutte quel mucchio di biciclette inutilizzabili,delusi anche dei canotti appesi attorno al palazzo che non erano e non somigliavano nemmeno da lontano ai loro.Pare a questo punto,dico si mormora che ,in gesto altamente significativo, abbiano sbranato senza cuocerlo il corpo del cinese nella speranza di assumerne le sue magiche qualità di:impatto politico altamente simbolico in un rapporto tra tradizione e modernità con nessun problema di sopravvivenza,cosa che a loro,a loro ,come veri migranti nessuno,proprio nessuno si era mai nemmeno sognato di riconoscere.

Corso antincendio.

Written By: bruno - Gen• 12•17

Una vacca da latte venduta dopo sette anni come carne ,costa settecento euro,un vitello come carne costa settanta euro,per una mucca azzoppata o che per un parto non riesce più a reggersi sulle zampe, si chiama il macellaio che la uccide con un colpo di pistola e si prende cento euro ,cento euro per tutta la vacca,sempre come carne da macello o macellata in loco.Il macellaio ,la mucca azzoppata la chiama :”la gallina dalle uova d’oro”.Le mele settanta centesimi al kilo le pere a un euro,si vive con il latte quel tanto che basta e ,se non si avvolgono bene le balle di fieno con il cellofan si rischia l’autocombustione con la perdita dell’intero fienile,ne basta uno solo,uno solo per bruciare tutto.Questo l’ho imparato ad un corso antincendio e questo mi pareva più interessante del corso stesso.

Trova le differenze.

Written By: bruno - Gen• 11•17

Una differenza c’è ,c’è fra Gentiloni e Renzi,Gentiloni per fare quello che faceva Renzi gli vengono i coccoloni ed è costretto in ospedale ,Renzi invece ha una faccia tosta inossidabile da primato per tacere del pelo sullo stomaco,sempre se non si depila, metre mangiamo tutti i santi giorni pane e Grillo ,pane e Grillo a colazione merenda pranzo e cena, con l’aggiunta di ripetute ripetitive visioni notturne.