EXPO, oh,EXPO EXPO.

Written By: bruno - ott• 25•14

Troppo ghiotta la polemica se,portare le opere d’arte insigni all’EXPO di Milano o, se tenerle ferme, nei luoghi dove si trovano collocate,per cui urge,una piccola,modesta riflessione .L’EXPO si terra’ a Milano , si spera che a tutti sia noto,e chi, per pochi o molti giorni andra’ a visitarla,ma,non è detta, che i visitatori che vi andranno, siano tutti nababbi nomadi, in cerca di bellezze italiane con molto tempo a disposizione. Accettiamo per pura ipotesi ,di trovarci di fronte a nomadi signori in cerca di storia e cucina   da  sfamare il mondo,bene,come si è detto, l’esposizione Universale si tiene in Milano, a cascata,attendono folle di visitatori: Venezia,Roma,Mantova,Ferrara,Bologna,Napoli,Palermo,Catania,Firenze,Torino,

Capri,con la sua costa amalfitana,Perugia,Assisi,Spoleto,San Marino,Genova,Livorno,Pisa (volete che non vadano a vedere la torre che pende?).In mezzo a tanta,ma tante localita’,citta’ d’arte che noi tralasciamo,ma che lasciamo al lettore paziente immaginare,c’è anche Parma,Modena,Reggio Emilia,Piacenza,Ravenna,Locate Trivulzio,Lodi,Senna Lodigiana,San Rocco,San Pancrazio,Bergamo ,di sotto e, di sopra.Avrete capito che potremmo enumerare citta’ paesi e luoghi all’infinito,pensate solo a quelli che abbiamo tralasciato per sciatteria .Ebbene,tutti,ma proprio tutti costoro, attendono fiumane di gente che,da Milano scendano come un delta maestoso, per l’Italia tutta.Tutti,tutti  costoro,citta’ e paesi,hanno qualche cosa da mostrare di straordinario e meraviglioso,oh!Meraviglioso,meraviglioso patrimonio d’Italia.Prendiamo Piacenza:una Piazza e due Cavalli, le autorita’,come le autorita’ di altri citta’, auspicano , essere sommerse da fiumane intrepide di visitatori che, da Milano e,rinunciando a tutto quel ben di Dio che abbiamo elencato,verrano,di corsa per vedere la( loro) Piazza dei Cavalli, per primo faccio il tifo.Ma che si sono inventati i piacentini?I piacentini ,i ,laboriosi piacentini,seri,riservati,i piacentini come piccoli babilonesi, si sono inventati una bella torre di metallo,alta,alta, accanto al Duomo,ma per cosa vedere da una torre alta?Il grattacielo, vicino alla stazione  ferroviaria.Attenti stranieri,attenti,Piacenza non va vista dall’alto,ma raso terra ,Piacenza,vive raso terra!Fidatevi!Un tizio,montanaro in alta valle,abitante ,oramai  inselvatichito,in qualche luogo sperduto,ha due bellissime manze,due, nella stalla,roba di prim’ordine,gli hanno fatto intendere che,l’EXPO è una sorta di fiera del bestiame e, visto la bellezza delle sue due manze ,si è messo in testa di non portare le superbe bestie in fiera a Milano,ma ,di tenerle,chiuse, nella sua piccola stalla, per mostrarle con parsimonia ,alle frotte di visitatori che, immancabilmente verrano,si’,verranno con numeresi pulman da Milano,verrano,o se verranno, per ammirare le sue due,dico due,manze.Alla faccia dell”EXPO.

La signora e i bronzi di Riace.

Written By: bruno - ott• 24•14

Una signora ,durante l’EXPO, che dura qualche mese, ed uno poi si annoia  e, si suppone ,voglia viaggiare l’Italia ,visto che, non portano piu’ i bronzi di Riace a Milano,andra’,sicuramente,infallibilmente,durante quella esposizione  di: “nutrire il mondo”, andra’ (dice lei), a….. Riace.Qualche cosa non torna,per l’EXPO milanese,uno, o la signora, si metteno in viaggio per  Reggio Calabria,dove non c’è alcuna EXPO.A Reggio uno puo’ andare anche quando non c’è la rassegna milanese,tanto, i bronzi li’ sono e li’ restano,cosa va a fare a Reggio, durante l’EXPO? Mistero.Gia’ che si trova da quelle parti,la signora, assieme a quell’uno che ha deciso di girare l’Italia pero’, potrebbe ,nelle lontane,remote zone dello Zaire andare,dove,nella foreste dell’Ituri,vivono piccoli gruppi di pigmei Batua o Batwa.Finalmente, tornando fra noi,noi, che siamo andati all’EXPO per pochi miserabili giorni, come,purtroppo,  tanti altri visitatori,forse sbagliando faranno.Potra’ allora,la signora,lungamente descriverci , raccontando  che,questi gruppi di pigmei, in epoche lontane ,vivevano  nelle grotte liguri o francesi,beandoci cosi’ gli occhi  e,le orecchie delle sue belle emozioni storiche.Tutto questo ,sempre e ,rigorosamente,durante l’EXPO di Milano che, lei,per uno strano caso,impegnata a Reggio, o forse nello Zaire, non andra’ mai e poi mai ,a vedere.

Renzi,Berlusconi e il PDN.

Written By: bruno - ott• 24•14

Forza Italia e il partito della Nazione (PDN), si attraggono e si respingono,si somigliano e si uniformano,due in uno,uno, ma in due spartito.Meravigliosa metamorfosi filo europea di movimento,dove Renzi avanza con Napolitano verso un apertura di credito sovranazionale,mentre gli avversari titubano,e, sperano nella caduta.Sorpresi stentano, nel    riconoscere in una Merkel, da sempre dura ed intransigente, la fata turchina dell’Italia e di Renzi.Il partito della nazione di un tempo, aveva(ricordate?) un corpo,corpo ora fattosi  coda, la coda dei sindacati e del PD,  con la loro  bella, antica coda, in marcia,fra le gambe.

Faust.

Written By: bruno - ott• 22•14

E’ difficile trovare qualche cosa di demoniaco nel Faust di Gounod,prima rappresentazione nel marzo a Parigi 1859.Opera ,direi piuttosto allegra,sostenuta,quasi pomposa,senza inflessioni infernali od inquietanti,un povero diavolo oleograficamente si affaccia sulla scena,ma sopratutto questo lo si nota, nel periodare musicale.Se , si ascolta semplicemente,ha l’aria di opera agreste,quasi  descrizione idilliaca ,di un qualche villaggio rurale nei pressi di Parigi.Molto probabilmente si chiama Faust,perchè un personaggio si maschera nel costume da diavolo,da diavolo qualsiasi, rigorosamente  vestito di rosso.Anche il valzer è un ricordo gioioso di qualche tempo felice e lontano,inutile aggiungere che contiene arie memorabili entrate nell’Olimpo del melodramma.Ben diverso è il Mefistofele di Boito,la Scala,Milano, qualche anno dopo 1868,qui’ ,la carica demoniaca è espressa pienamente, tutte e due le rappresentazioni,se pur in anni diversi,come si puo’ osservare, sono state rappresentate nel mese di Marzo,la prima(Gounod),mi pare è stata in qualche occasione rifiutata,la seconda,i maligni del tempo, dissero che ci aveva messo mani Verdi.Molto probabilmente,pero’ il diavolo di Gounod è il piu’ vero,in noi in fondo rimane sempre l’immagine di un diavolo super- diabolico,e, fumettistico, alla Boito.Il diavolo,come si sa’, pero’,è un signore (qualche volta una signora), dall’aria innocua,per bene,rassicurante, direi,istruttiva,ed anche,”pedagogica”.

C’è moneta & moneta.

Written By: bruno - ott• 22•14

Pierluigi Magnaschi (giornalista con i baffi),una volta disse:”la moneta cattiva scaccia la buona”.Cosi’ è capitato a Berlusconi,preso come buona moneta che, ha involontariamente dato vita, ad uno pseudo-Berlusconi con Renzi,dimostrando che è sufficiente dare l’assalto al modello inaugurato dal fondatore di Forza Italia,per avere spalancate le porte del successo,Quirinale compreso.Occorre, a questo punto citare , un altra regola aurea,questa volta, della psicologia , dove si sentenzia che :ognuno rincorre quel che fugge. Berlusconi faceva orrore alla sinistra,e, la sinistra, prontamente ,per la regola ora citata, se ne è fabbricato uno ad oc ,lo  psudo Berlusconi  a cui ubbidisce,in un fumoso “partito della nazione”,chi vuole puo’ aggiungere PD,anche se questo PD,non si capisce piu’ cosa è.La sinistra marcia dunque,e,con  devozione dogmatica con Renzi,nella logica di avere inconsapevolmente e finalmente trovato, quello che ha sempre fuggito,come accade, spesso, sopratutto nell’inconscio di questi arruffa popolo.

Se dieci giorni son veri.

Written By: bruno - ott• 21•14

Ammazzare i pensionati,ritardando il pagamento delle pensioni di dieci giorni,ed avere solo dieci giorni, per cercare uno strozzino, un cravattaro,o suicidarsi,darsi in pasto al gatto o al cane di casa,strangolarsi con l’aspirina,ingoiare la dentiera.Tirare le cuoia davanti al frigo  desolatamente vuoto,mentre i ragazzi della Leopolda, guidati dal volenteroso gauleiter della sezione locale Nadap,Renzi, in nome e per conto di Angela Merkel, marciano uniti e solidali,verso il loro piccolo trionfale,sterminio di massa.

Per alcuni commenti.

Written By: bruno - ott• 20•14

Per chi ha voglia di cercarli, vengono accettati alcuni commenti,paginette in lingua araba,non non ne conosciamo il contenuto,non sapendo l’arabo.In una piccola didascalia (in inglese), che è stata posta come cappello al testo  arabo,si dichiara che l’informazione che si pubblica in internet è piu’ accessibile e, si legge quindi, piu’ volentieri, di quella televisiva.Cosi’ sono stati pubblicati,per non precludere a nessuno la possibilita’ di intervenire,commentare,chiosare ,censurare,i testi del blog, in virtu’ di questa spiegazione iniziale,che dovrebbe riassumere in modo veritiero il contenuto del commento in lingua araba, ed in perfetta nostra buona fede potrete verificarli.

Aste & ancora Aste.

Written By: bruno - ott• 20•14

Che dovrebbe fare il signor Iori?Semplice, mettere,secondo l’opinione di molti, solo il prezzo di base o partenza dell’asta,fosse anche un euro,anche perchè, qualche volta, sono cose ricevute in eredita’,da eredi,che non nutrono alcun interesse per le cose d’arte e desiderano solo liberarsi e disperdere a qualsiasi costo, quello che hanno ricevuto.Il signor Iori dovrebbe astenersi quindi,da quotazioni che lasciano perplessi,o ,sono poco documentate ,quando  scarsamente e del tutto  inattendibili per i viventi.La stessa regola (il solo prezzo di partenza), per quelli morti negli ultimi cinqant’anni per artisti piacentini, come forma di rispetto,visto che si vende nella loro citta’ e, in tempi di deflazione ( quando si parla di, “rispetto” e commercio tutto diventa difficile).Altrimenti potrebbe avvenire,e dovrebbe riflettere il signor Iori,per quel che riguarda i viventi,che sarebbe come “valutare” ,un suo ,Dario Ballantini,da duecento a quattrocento euro,nelle migliore delle ipotesi.Spero di avere risposto ,grazie.

A proposito della ricchezza.

Written By: bruno - ott• 20•14

Ma si’,pensava,mentre la nebbia, alzandosi ,mostrava le prime foglie rosse, in  verdissimi campi per la recente pioggia,ma si’:in fondo,un ricco è solamente un povero, condannato a credere di essere ricco.Tutti ,abbiamo pensato di diventare ricchi,ci siamo sforzati di essere ricchi, ma poi,poi, quando si è raggiunta una qualche agiatezza, siamo stati tormentati dal pensiero della  miseria,ossessionati dalla poverta’,come  miserabili  moribondi,pezzenti.Ognuno sa,perfettamente quello che è,non basta quello che credono di lui, gli altri,e quello che lui è, non è,esattamente, quello che credono gli altri.

La Gruber.

Written By: bruno - ott• 19•14

La Gruber,a noi ,non è mai stata simpatica ,mai,ma, non è con sollievo che qualche volta  ancora ,riguardiamo la 7,inteso come canale tv.Ora c’è un altro,alla 7 ,al posto della Gruber,voi direte, o crederete che questo ci infonda un qualche sollievo,per l’antipatia che ci trasmetteva la Gruber,non è cosi’,purtroppo,non è cosi’,siamo terrorizzati al pensiero di vederla spuntare di nuovo,da qualche altro canale televisivo,ancora lei,lei,come immortale  araba fenice.