La signora Franchi e gli Amici dell’Arte.

Written By: bruno - mag• 03•16

La presidente degli Amici dell’Arte forse non ha capito che, per l’erigenda fabbrica della creatività la sua associazione non vale un fico secco,snobbata criticata ed infine messa in disparte come “manifestazione passatista” corre il rischio di essere asfaltata per sempre o dover scendere a patti,dividendo gli spazi (senza offesa), con il filo d’argento i nati stanchi se ci sono ancora, oppure la bocciofila di Tobruk.Quello che si desidera fare nella “fabbrica futura” è già confezionato ,occorre solo spostarlo ,fatte salve due o tre “proposte” locali,farlo girare riproporlo come esempio di arte morta o morte dell’arte,l’importante è che non sia arte (Bonito Oliva).Qualcuno ha dimenticato quello che disse uno di questi becchini alla Ricci Oddi ,non tanto tempo fa,pontificando proprio davanti alla quadreria del mecenate,quadreria che ha creato solo problemi alla città .Disse, papale papale uno di questi soloni venuti da pianeta Mongo:” prendiamo tutta questa roba (la collezione esposta),mettiamola in magazzino e cominciamo a discutere”.Se non è chiarezza questa signora Franchi,che cosa aspetta,il carro della nettezza urbana mandato da qualche addetto della “fabbrica”,per traslocare?

Il nove Maggio.

Written By: bruno - mag• 02•16

Il nove Maggio è la festa dell’Europa, sì di quella vacca di cui s’era invaghito Giove.

Nietzsche.

Written By: bruno - mag• 01•16

Nietzche,mamma mia quanto si parla di Nietzsche,ne parlano i professori le casalinghe e i disoccupati,rubano una frase come una bella foglia fico e se la mettono davanti le palle,Nietzsche,Nietzsche proprio lui,quello che amava i greci e il loro delirio gonfio di miti.Nietzche quello dell’arte totale,l’ispiratore involontario del particolare assunto a somma,quello dei baracconi dell’oggi,non bisognerebbe mai leggere i libri,i libri, a molti fanno male,fanno molto male, sopratutto a chi dice di averli letti e capiti e desidera metterli (sic) in pratica.Pensate al povero Erasmo che si è messo a spiegare tutto questo senza risultato,mentre dovrebbe essere il suo libro (elogio alla follia) la postfazione,l’introduzione ad ogni lettura “pericolosa”,sopratutto per quelli che si montano la testa e montano sulla testa degli altri,i soliti che guardano il dito,il dito,allevati,per guardare solo il dito,ingrassati e inscatolati,per guardare quel maledetto dito puntato,il dito, che indica, il nulla.Nietzche,mamma mia quanto si parla a vanvera di Nietzche,senza averlo mai letto o letto male o letto e non aver capito che era solo un matto che scriveva con il mito del superuomo,più matto di lui,Nietzsche, che rompeva con la Grecia le palle,sì proprio le palle,le palle, al mondo intero.

Il jazz.

Written By: bruno - apr• 30•16

E’ davvero straordinario,ad un tizio a cui domandavo cosa abbinasse alla pittura di Picasso lui rispose Rapsodia in blu di Gershwin,mentre Rapsodia in blu è ancora troppo dolce con il suo recupero africano orecchiabile e gradevole e che, si potrebbe descrivere anche leggero.Picasso invece è doppio e triplo grosso e sgraziato,ed è inutile che qualche sentimentale si rifaccia al suo primo periodo figurativo,in fondo Picasso ha dichiarato cose che non ha saputo esprimere,ma che i critici,i critici hanno voluto espresse, con il risultato che sono brutte e superficiali,ma oggi,oggi dire o scrivere questo suona come una bestemmia,in fondo viviamo in un secolo di imbecilli che adorano il totem di un cesso,che si può pretendere di più?Ma perché questo riferimento al Jazz?Oggi ogni cretino che si rispetti desidera Jazz solo Jazz e ancora solo jazz.Non esiste altra musica al difuori di questa forma ,il jazz,non esiste nulla nulla,solo Jazz.E, mentre pensa così, uno crede di essere all’avanguardia,jazz urlano gli adoratori di merda in scatola,jazz pigolano i fanatici di tagli e buchi,jazz e ancora jazz.Con le Biennali che sono degli immensi baracconi e le manifestazioni collaterali che sono anche loro, delle superbe prese per il culo,jazz urlano,jazz ancora jazz mentre l’America incorona Morricone e di Bussotti, o anche solo di Respighi non si sente più nulla,nulla,la musica è finita,l’imbecillità ha vinto, ha vinto il silenzio,hanno vinto i cretini.

Salumi & cultura.

Written By: bruno - apr• 28•16

A volte c’è chi si propone come garante della cultura in generale,qualche volta anche della pittura,posto che di pittura ve ne sia ancora,pittura come pittura di quadri.Questi garantisti si dicono esperti del ramo,ma sopratutto garanti di quello che gemma nel loro frutteto e,quello che gemma nel loro frutteto è buono,mentre i frutti bacati del circondario son bacati e valgono poco o nulla.Ogni epoca ha avuto i suoi esperti,esperti che morti non valgono più nulla,tuttavia passano la mano a nuovi viventi esperti i quali, ripetono fino alla noia tutto quello che gli esperti hanno detto nella storia,fin dalla notte dei tempi.Ma il succo della storia è questo,gli esperti conoscono quello che vale molto,sopratutto ,questi esperti conoscono e distinguono il falso dal vero di quello che molto vale e ,quello che vale molto è quasi sempre il loro,per l’arte minore locale dicono non valga la pena di fare un qualsiasi falso,anche se ,poco e subito a tutti fa comodo e fa comodo anche a molti di questi esperti.Noi, da questo schermo , da non esperti consigliamo, di non affidarsi agli esperti per l’acquisto di un qualsiasi prodotto artistico – artigianale,perché fatalmente ogni salumeria vende del proprio salume,l’altro salume , che non sia il loro ,”non vale” ,o vale poco e nulla.Insomma, se proprio vi rode il tarlo di qualche forma d’arte compratela,se vi piace,compratela da “salumai” viventi che fanno salumi,perché da morti passerebbero di mano,da esperto a esperto, salendo e discendendo come una qualsiasi febbre di stagione.

Il punto puntato.

Written By: bruno - apr• 27•16

Pensate,pensateci,quando il governo Renzi se ne andrà rimarranno vistosi buchi finanziari,toppe irricucibili,arlecchinate di debiti e debiti.Questo far finta di andar bene è solo una finta e lo sa anche il prode Renzi che mente sapendo di mentire,tuttavia ,mente per il piacere di mentire nella spranza che una qualche “buona mano” tenga la premente falla o, continui a premere sulla gran falla del suo paese.Che, il nostro, il nostro paese è fra la mano e la falla che ci opprime, ma che puo’ erompere improvvisa, portando con sé anche i poveri stracci che ci rimangono addosso.Ed ora il caso Regeni,a Regeni a cui i servizi di stato hanno strappato unghia su unghia,lo hanno violentato e sputacchiato,schiaffeggiato e torturato dandogli del porco italiano,del figlio di puttana,del cretino che doveva stare a casa sua invece di andare in Egitto e che, l’Egitto,l’Egitto non aveva bisogno di porci come lui,poi ,finalmente stanchi della violenza,il pratico,l’esperto di turno gli ha preso la testa fra le due mani e con un colpo secco gli ha spezzato l’osso del collo sputandogli addosso.Nessuno vi dirà queste cose e, anche ve le dicessero cosa cambierebbe?Cosa?La verità è li,davanti a voi,in quel martoriato corpo ,con tanto di firma autenticata made in Egitto.

25 Aprile.

Written By: bruno - apr• 25•16

Sì,venticinque Aprile con Renzi Alfano e Verdini,venticinque Aprile con lo zoccolo dell’ex PC,il venticinque Aprile di una guerra civile senza rimorsi ma tanti tanti morti e morti .Chi, per una presunta idea di primavera d’ordine chi per un regime, comunque morti morti e basta.Sì, il venticinque aprile dello zoccolo senza senso dell’ex PC,senza senso per Renzi Alfano e Verdini,senza senso per quei poveri morti che vivi, non vorrebbero più morire no,non varrebbe più la pena di morire ,morire per questi qui.

Berlusconi-Meloni.

Written By: bruno - apr• 24•16

Un vero peccato che Berlusconi si sia sfilato dalla Meloni,la Meloni dovrà andare al ballottaggio da sola,peccato.

Populismo d’ordinanza.

Written By: bruno - apr• 23•16

In fondo Piercamillo Davigo che ha detto,che ha detto di male?I politici rubano,rubano come prima o più di prima,rubano però con meno vergogna embhe!Che c’è di male,che i politici rubino è assodato da secoli di storia,che rubino poi anche i contemporanei è assodato dai processi,che rubino in massa non è certo,ma è certo che tanti di loro rubino,tanti, non tutti,tutti no.Insomma la gran parte ruba,ruba a man bassa senza ritegno e senza vergogna,che poi ,per un politico, tutti non si vorrebbe,ma molti si, per un politico rubare è quasi d’ordinanza,come d’ordinanza un militare porta la sua bella divisa in ordine senza rubare.Un militare non può,in servizio girare in mutante,in mutande non può,in servizio, deve portare la divisa,la sua divisa d’ordinanza,così come un politico,nella maggior parte dei casi non può far politica,politica senza rubare,perché rubare per lui è d’ordinanza,ma tutti no,tutti proprio no.Sarebbe ora necessario che alcuni fra di loro ,all’onorevole titolo che li distingue fosse aggiunto quello altrettanto distintivo di ladro,aggiungendo ladro come d’ordinanza,come d’ordinanza si mette una divisa, così per continuare a distinguere i pochi dai molti,che poi ,i molti o i pochi non si sa bene quale sia la loro vera maggioranza che li distingue e a cui appartengono per cui vengono suddivisi d’ordinanza, come ladri.

Morte di un “Genio”.

Written By: bruno - apr• 22•16

Forse non vivo,no non vivo in questo secolo,questo secolo che è sempre altrove,questo secolo che è sempre l’altrove,lontano e ignoto,disteso, lungo una qualche costa americana dell’Atlantico,lontano,dentro e disteso in una fumosa città d’ oltreoceano,no non vivo questo secolo.Il mio secolo invece,trascorre traquillo diverso vicino e dentro,dentro agli occhi, a questi occhi, occhi che non trovano più ombra di Genio ,di un qualche genio,e questi occhi, occhi che hanno guardato Prometeo accendergli il cuore non sanno vedere l’oltre.Invece,invece ecco la morte di un infinità di geni pop,di morte improvvisa,così si dice, di geni,geni come Prince,e chi l’ha visto mai Prince?Sopratutto, chi l’ha mai sentito?E’ strano aver vissuto,così lungamente vissuto e non essersi mai,proprio mai accorto del genio,di un genio vivo sulla terra come Prince è davvero strano,sopratutto strano ascoltarlo per la prima volta ,ascoltarlo e non riconoscerlo.E’ morto Prince,forse doveva morire,o forse era solo ora che morisse.