Ridi

Written By: bruno - Apr• 11•20

Ridi se le tue radici affondano ancora nella loro terra, ridi. Il passato non sarà morto e vivrà nelle voci che prime sentisti nel profondo della tua carne bianca. Ridi perchè il tempo non si è preso i tuoi arti e giovane ancora puoi volare coi tuoi primi compagni, nelle antiche strade, disseminate di sole radente e degli alberi alti che tutto videro. Perderai la tua gioventù all’ombra di quelle mancanze sotto il velo benevolo dei fantasmi che fuggono col tuo giorno. Ancora gemevi di fanciullezza, ancora ne correvi. E tutto era ancora, e i nuovi cammini risuonavano dei tuoi primi passi, ridi.

Francesca Pierucci

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.