Piacenza 1502 streghe e stregoni.

Written By: bruno - Ott• 15•12

Alla fine del 1502 vi furono in Piacenza diversi processi di streghe e stregoni,alcuni furono arsi vivi.Fra i primi citeremo un vecchio di 82 anni,detto Tartaglia,ed una donna di Casaliggio,che vennero bruciati in Piazza della Cattedrale;il primo perchè comincio’ a 18 anni ad andare alla scuola di Diana Erodiana.In quella scuola  si fabbricava l’albero di Diana,detto anche albero filosofico,specie di vegetazione metallica ottenuto con l’argento amalgamato con il mercurio.Una delle vittime fu una “strega” nominata Longaretta che pero’ si penti’ e per il suo pentimento fu costretta dall’Inquisitore a portare una veste di tela bianca con una croce rossa per un anno,per cui,per quattro Domeniche doveva stare ginocchioni davanti alla porta di San Giovanni,fino al termine della Messa solenne.Altri furono soltanto frustati:fra questi un certo Bartolini della Cadè,perchè andava alcune volte a scuola in zoccoli presso Saliceto(equivaleva  macchiarsi di sodomia),fu processato anche un medico di Corani dei Torti Alessandria,perchè creduto negromante,avendo uno spirito famigliare incantato che gli diceva tutto.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.