Parole per un pollo votante.

Written By: bruno - Gen• 09•18

Ogni partito parte,parte per l’incasso con piccole venature e screzi annunciati,possibili.Maroni scalda i motori per Roma bisognerà vedere se occorrerà tenerli caldi.I compromessi con la passata politica sono molti e gettano un velo di incredulità nel popolino populista,difficile presentarsi e dire: eccomi come nuovo di pacca ,difficile,facile a parole.La gente i menefreghisti non sono poi così cretini preferiscono l’astensione ai pasticci di governo e di stato:tanto fanno quello che vogliono.Ed è proprio quel:tanto fanno quello che vogliono e quel che gli conviene,il vero muro che separa l’elettore dall’eletto.La colpa è loro,loro l’incapacità e l’impossibilità di interpretare il voto,loro l’indifferenza verso il cittadino,loro lo sdraiarsi ai piedi dell’Europa certi di prendere il mese per essersi sdraiati anche perché non potrebbero fare altrimenti,sdraiarsi:e chi lo dice al cittadino,chi lo dice ,al pollo votante con l’occhio da gallina.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Lascia un commento