I tuoi giorni.

Written By: bruno - Ott• 09•19

I tuoi giorni
vissuti
si accavallano come
onde
sulla spiaggia del mio
ricordo
Volano sopra il susseguirsi
ossessivo dei minuti,
e ora capisco.
Capisco le tue corse,
capisco il tuo semplice
vestire,
la tua complicata mente.
Il tuo perenne movimento,
il tuo posare impaziente.
Mai noia si assiepava
a te intorno,
mai vuoto pensiero,
mai idea acquisita
appesantiva
il tuo occhio
del mondo ridente.
E penso che ti vedevo
come albero del mio giardino,
come frondosa quercia.
Tutto il bello
è davanti ai pensosi occhi,
intenti sempre a giungere
verso sentieri chiusi.

Francesca Pierucci.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.