Cecco Angiolieri,Caroli e Milani.

Written By: bruno - Feb• 27•16

“L’arte non è imitazione della realtà ma interpretazione individuale di essa.La bellezza femminile che è un un’inesistenza per il vero artista figurativo (andate a dirlo a Cecco Angiolieri),fu e sarà sempre la prima essenziale rovina (sic) della pittura.”Non so da quale città sia venuto Caroli alla Fondazione di Piacenza per dirci queste cose,come non so dove finisca il vero e la sua interpretazione,chi ripete la frase non lo spiega senza dirci nemmeno quanto è costato,restiamo nel più fitto mistero fra vero (prezzo) arte e bellezza.Siamo ancora alla solita citazione dei morti,Roberto Longhi 1890-1970,Longhi che amava particolarmente Morandi,e Longhi è l’evocato nume tutelare di Caroli, eterno allievo insomma,oltre che una specie di Littizzetto della critica.Giorgio Milani è emozionato vicino a tanto critico,emozionato e commosso,commosso,ricordando di suo figlio che a Milano aveva proprio Caroli come storico dell’arte.Suo figlio che è in America mentre lui,lui con un brivido negli occhi oggi posa accanto, vicino proprio a Caroli, come un tempo si faceva con Coppi o Bartali.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.