Allah e il Testimone di Geova.

Written By: bruno - Dic• 24•12

Vigilia di Natale,verso la piazza di pietra grigia della citta’ ho incontrato un mussulmano, che per lunghi mesi,in passato, beneficiavo di un euro al giorno.Quando riceveva quell’euro era tutto ossequioso,mi rincorreva,mi preveniva,e,con una grossa mano robusta e scura mi dava qualche pacca sulle spalle ridendo.In seguito ho sospeso quell’elargizione,non so perchè, ma l’ho sospesa.Il mussulmano allora quando mi vedeva,non mi rincorreva piu’,mugugnava,penso qualche improperio o forse una qualche maledizione biascicata,sibilante,appena percettibile.Per me era indifferente l’affronto che si rivelava nell’espressione del volto, lo lasciavo alle sue maledizioni e osservavo lo strano gioco dei rapporti umani fatto di smorfie ambigue,ero anch’io cosi?Cosi’ quando non ottenevo alcun beneficio,o un beneficio m’era stato tolto?Forse si,ero anch’io come quel mussulmano che sentivo ingrato.Vigilia di Natale,dunque, ecco ancora il mussulmano che, tutto festante viene verso di me sillabando radioso:è Natale,Natale,finalmente una mancia mi spettera’ e, me lo diceva da lontano agitando le braccia,come un militare segnala sulla portaerei l’atterraggio di un caccia indicandogli le coordinate.Lo guardavo sorpreso per i passati mogugni cosi’ allegro e sicuro del suo Buon Natale ma, pensando al suo Allah mi sono chiuso ancora  piu’ in me stesso,in fondo non era cristiano ed io ero solo un infedele,ho fatto spalluccie,non so cosa ho detto e non ho dato nulla contravvenendo al senso della carita’.Mentre mi allontanavo, il mussulmano gridava ancora con le braccia floscie:è Natale,Natale,sempre piu’ lontano e forse mi lanciava ancora la sua vecchia maledizione.Cosi’ l’ho lasciato, vociante a braccia floscie presso un lampione scuro della piazza rimuginando sul bene e sul male.Dopo pochi passi mi viene incontro, sorridente (cosa strana che non ridono mai) un Testimone  di Geova,accompagnato come sempre da un secondo che pero’ si allontana.Questo Testimone di Geova,non troppo alto e cordiale,allegro davvero e rassicurante,sembrava un Rigoletto in scena che porge teatralmente qualcosa con grazia di gambe e torsione del busto,mi porge, quasi inchinandosi un biglietto, non la solitaTorre di Guardia e mi dice che se voglio sapere chi governa veramente il mondo di leggere il foglietto.Sono sempre cortese con i Testimoni di Geova pur essendo cattolico e leggo i loro opuscoli,mi interessano le parti dei loro articoli con le curiosita’,quanto è lunga una balena,perchè fanno male le orecchie. E’ la prima volta che vedo un biglietto cosi’ minuscolo e poco minaccioso,lo guardo e leggo:Satana avrebbe potuto offrire a Gesu’ tutti i governi del mondo se non fossero stati i suoi?A volte legger fa bene,anche un biglietto per strada e chiarisce le idee.Un mussulmano ed un Testimone di Geova in una citta’ che uno venuto da fuori provincia ,un tempo, faceva notizia ,e creava allarmismo,i tempi cambiano per tutte le generazioni ed ogni volta l’impensabile diventa realta’,anche per  Satana che tiene bottega e governa il mondo.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.