Tutti al Pantheon.

Written By: bruno - Mar• 26•18

Frizzi era come la pasta Barilla, c’era tutti i giorni in tavola, c’era,visto che è morto,ma ora che è morto,morto,come muoiono tutti non cominciamo a farci delle seghe da lutto,non cominciamo con i piagnistei e gli immancabili:”era indispensabile”, anche perché , dopo il segnale che aveva avuto,per cui era stato ricoverato d’urgenza all’ospedale meglio sarebbe stato per lui,ma penso che un qualsiasi dottore glielo abbia suggerito di smettere di lavorare,basta,finirla con quell’apparizione quotidiana che da morto ti fa diventare celebre come una qualsiasi pubblicità.Comunque ,consolatevi vedrete che qualcuno scriverà a caratteri cubitali:”lo vedremo condurre ancora dal cielo”,e lo vedremo (purtroppo) condurre assieme ad una infinità di attori piloti giocatori in cielo,tutti in cielo,in cielo con comuni donne e uomini che ,in cielo tutti i giorni e a tutte le ore ci vanno spediti ,spediti,senza che nessuno li nomini,ma ci vanno e ci andranno costoro per fare come al solito le comparse in quell’orribile “eterno” spettacolo di quell’orrendo baraccone televisivo vero Pantheon di luci e lustrini.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.