Stanchi di gioia.

Written By: bruno - Feb• 12•21

Compagni,
che danzaste sulle ore
come sui fiori le api,
instancabili esploratori
di questo cerchio mutevole
e fisso
che ci avvolge, e ci confonde,
e incuriosisce ed eccita,
cantavamo come insistente ronzio di insetti impazziti
dall’effluvio di bianco nettare. Eravamo vivi,
senza ombra di tedio
il nostro danzare
nel sole e nell’ombra
di boschi vetusti e profumati.
Come rimpiango quel sole abbagliante,
e il tepore, e la frescura dell’acqua
e dell’ombra gentile
sui nostri capi stanchi di gioia.

Francesca Pierucci.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.