Rotolano.

Written By: bruno - Gen• 14•20

Rotolano nel nulla, le persone che si amano, come palle di sterpi nella mia pineta. Forse verso i passati tramonti, colmi di piatte onde, cantilene incessanti alla mia infanzia. Voci perdute, risonanti alte. Laggiù, ancora tirano sassi alla gioia dei bambini, volano veloci, nel culmine dorato della loro vita più viva. E sento gli echi e la presenza incessante di voci mai perdute. Rotolano lontano e dispaiono per esser più presenti e vive, e il tempo sfuma come nebbia di mattina

Francesca Pierucci.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.