Renzi alla conquista del Parlamento.

Written By: bruno - Set• 17•19

William H.Prescott, se uno avesse voglia di leggere la sua opera sulla conquista del Messico,quella di Cortes per intenderci e,si fermasse,soffermasse sui diversi atteggiamenti dei conquistatori Pizzarro compreso per quel che riguarda il Perù,vedrebbe in quelle lotte e contrasti fra ex amici o amici tornati per tornaconto o compromesso,vedrebbe dicevo,come questi amici o ex amici al momento giusto rendono la pariglia,pariglia moltiplicata per i torti subiti.Addirittura,Prescott dice che anche i più piccoli torti sono indimenticati,anzi sono i più tenaci.Ma perché tutto questo preambolo?Renzi,il ritorno di Renzi che mette il piede in mezzo alla porta prima che si chiuda,anzi quel piede è foriero del suo ingresso.Renzi dice,giura a Zingaretti e a Conte che lui si distingue in una nuova corrente contro Salvini ma,ma se Prscott ha ragione Renzi ha un conto in sospeso con i cinquestelle che l’hanno rivoltato come un calzino,lardellandolo di insulti assieme ai suoi,quelli del fuoco amico.E ,se è ancora vero che i torti non si dimenticano,nemmeno i più piccoli la resa dei conti con i cinquestelle e quelli del fuoco amico si è messa in moto.Bene ora prendiamo per vero tutto il preambolo,quali prospettive?Renzi da morto è tornato protagonista grazie a Zingaretti,da morto ha messo il piede in mezzo alla porta del paludato governo del “cambiamento” e,e potrebbe a questo punto ridurlo ad un pollaio dove lui è la faina.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.