Prostituzione “legale”.

Written By: bruno - Feb• 11•19

Se non ricordo male,studiando la vita di Socrate mi pare di aver letto che una sua prima maestra fu proprio una puttana e mi pare che il fatto fosse anche circostanziato nella notizia.Dario il grande,quando fecero il suo monumento ,la parte più importante o maggiore fu donata dalle puttane del tempo,lasciamo perdere la Maddalena e Gesù.I Papi a Roma,ed è certificato si fecero le palanche con i casini,di cui godevano un introito cospicuo per non dire rilevante.Oggi non si capisce bene tutto questo livore verso un “ordine” così antico di chi pratica il mestiere del piacere per tutti i prezzi e tutti i ceti.Dovrebbe essere insignito (questo antico ordine)con una croce al merito per che si sorbisce botte e ceffi e mezzi uomini con uomini a volte interi tutti i santi giorni per tutte le sante settimane che stanno dentro i mesi.Sulla prima pagina di un giornale cattolico vedo strillato:”ex frequentatore di prostitute si pente” con tutto il seguito che comporta il mondo della prostituzione e che non è,lo sappiamo rose & fiori,ma spesso fiori solo appassiti.Se proprio si desidera,se proprio si vuole regolare e attutire il lavoro degli avvoltoi che gravano sulle teste di queste donne bisognerebbe lasciarle fare in cooerative autogestite,cooperative garantite e protetto dallo stato che potrebbe esigere così ,come in ogni tempo le sue belle tasse o gabelle.In fondo è come l’uovo di Colombo,e chissà quante maddalene ci sono i mezzo a quelle donne.E, se proprio,se proprio si desidera essere giusti,visto i tempi si faccia così,allo stesso modo e si tuteli anche per la prostituzione maschile.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.