Polonia.

Written By: bruno - Ott• 27•15

Polonia,terra devastata da innumerevoli conflitti,spartizioni divisioni eccidi che, nell’ultima guerra ha visto anche radere al suolo la capitale. Varsavia, dove hanno abbattuto il monumento a Chopin quei tedeschi che negavano ogni radice polacca della cultura universale,pensate solo a Copernico e a Giovanni Paolo secondo,pensate al ghetto ,pensate alla resistenza,che non è retorica definire eroica, del popolo polacco nella loro città’,resistenza annientata da Hitler,annientata grazie a Stalin che non voleva viva un opposizione democratica al suo regime.Ebbene,la Polonia,questa Polonia, da quell’Araba Fenice che è, e che risorge,rinasce a dispetto della storia e dei soprusi, oggi ,per mano della figlia di un minatore, ha scelto la via all’autodeterminazione,rifiutando un Europa di maniera tanto che chi,in passato, votava per il partito comunista,oggi ha votato per il cambiamento,oggi ha votato per una nazione che cammina dentro una buona economia,guardando in faccia alla realtà’,soltanto alla realtà.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.