Pietra del vitupero.

Written By: bruno - Nov• 22•20

Tempi di magra si sa,uno non sa più dove sbattere la testa,giorni di sagra per strozzini ed usurai in barba alle soccorrevoli misure Conti che dovrebbero salvare (sic) l’insolubile e l’insalvabile.Mentre una pioggia di miliardi si aspetta dal cielo giallo-rosso (che non è la Roma),ognuno guarda il cielo minaccioso che gli tocca e si fanno i conti del mattino e della sera,visto che, domani,domani si chiude,forse per sempre,si chiude baracca e burattini.La crisi è peggio del virus,la paura e l’incertezza di questi giorni sono più forti di questo coronavirus imperante che non tolglie solo il respiro ma anche la speranza di molti per ricominciare.Forse sarebbe utile e necessario rimettere in uso un comportamento di legge antica,questo per avere una rappresentazione plastica del fallimento generale,uso di legge tanto antico che non ricordo più in quale anno si applicasse ma che si svolgeva così”:quelli che per liberarsi dai debiti volevano cedere i loro beni,erano obbligati in Italia a battere tre volte colle natiche nude la PIETRA DEL VITUPERO sulla pubblica piazza e alla presenza del pubblico”.Si aspetta una risposta pronta dal governo giallo-rosso o rosso-giallo che non è,come si sa, la Roma.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.