Le perle nere di kella.

Written By: bruno - Apr• 03•21

Teresa Buonocore è stata uccisa il 20 settembre 2010 da due sicari mandati da certo Enrico Perillo, pregiudicato padre di famiglia che aveva a lungo abusato della figlia di Teresa, Alessandra, allora 13enne.
Alessandra racconta la sua storia “Perillo era il papà di due mie amichette gemelle. Loro si erano appena trasferite con i genitori in una nuova casa, a Portici. Io ai tempi avevo 7 anni. Lui mi molestò la prima volta che andai a trovarle. La prima violenza avvenne sul terrazzo. Poi in camera da letto”.
Alessandra aveva paura di tornare in quella casa dopo la violenza, ma dopo un mese le mancavano le sue amiche e riprese ad andare in casa del Perillo. Lui le mostra delle pistole nel cassetto minacciandola che se avesse parlato avrebbe ucciso sua madre. La piccola confessa tutto alla mamma e ad una psicologa e il Perillo viene arrestato.
La bambina finisce in ospedale, successivamente anche un’altra ragazzina racconta di essere stata violentata. Il Perillo viene condannato in primo grado
Il 20 settembre 2010 la mamma viene ammazzata a colpi di pistola, mentre Alessandra è a scuola con la sorella più piccola
Per l’omicidio Perillo è stato poi condannato all’ergastolo. I due sicari Amendola e Avolio rispettivamente a 22 e 18 anni di reclusione
Alla piccola nessun risarcimento, Perillo dal carcere tramite un notaio è riuscito facilmente a liberarsi di tutti i suoi beni, cedendoli ai parenti
Oggi Alessandra studia all’Università di Palermo
Il Presidente Mattarella ha conferito nel 2017 la medaglia d’oro al valor civile alla Buonocore mentre due targhe ricordano la donna nella sua Portici.

Kella Tribi

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *