Israele, bambino di 5 anni tira pietre.

Written By: bruno - Lug• 12•13

Israele è ,quello che è, per i secoli di antisemitismo,anche religioso e di persecuzioni.Non c’è epoca in cui gli ebrei non siano stati vessati, ghettizzati,non c’è periodo dove un buon cristiano o buon mussulmano,un buon nazista, non ha sterminato,o, eliminato il “suo” ebreo.Questi ebrei,tornati a casa,si trovano (in Israele), nella stessa situazione in cui si trovavano i loro fratelli e sorelle di Lotz,o a Varsavia,o Ponary.Le Einsatzgruppen erano i loro angeli sterminatori,non c’è perversione, come popolo ,nè orrore che gli sia stata  risparmiato.Oggi, questi israeliani in Israele come volete siano,come dovrebbero essere?Sono quello che il mondo ha prodotto,quello che la violenza ha modellato,l’arbitrio ha annichilito,annientato.Non avranno tutte le ragioni,ma nemmeno tutti,tutti i torti e, finchè il popolo ebraico sara’ visto  con  gli occhi dei vicini mussulmani o, con un profondo radicato antisemitismo  inconscio anche in molte righe di giornali,il problema, non trovera’ soluzione,non vorra’ trovare soluzioni.Il partito feroce di Hitler, oggi , vive   nei deserti che galleggiano sul petrolio e, vorrebbe evere un esercito di Einsatzgruppen, esercito insidioso,violento,volenteroso,come allora.In un filmato di rappresaglia del 1942,si vede cinque sei ebrei che stanno per essere inpiccati,il nazista ride come sempre,in primo piano,uno di questi ebrei porta un impermeabile bianco,si vede che è un borghese,porta il cappello,ha il cappio al collo,un bambino gli si avvicina e, gli sferra un pugno alle palle.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.