In punta di coltello.

Written By: bruno - Ott• 31•20

Rimango di stucco,per non dire basito, quando ancora oggi qualcuno parla e scrive di un Islam che non si integra,questa è una polemica così vecchia e sterile che non meriterebbe nemmeno risposta essendo che,molti,tanti mussulmani nel nostro continente si integrano,con tutti i distinguo che una fede conserva ,conserva giustamente in una qualsiasi integrazione.Ma c’è,c’è una marea di gente che arriva dall’immenso continente Islamico che non ha alcuna idea di cosa sia integrazione.Se, ai mussulmani residenti in Europa risulta possibile una qualche integrazione per quelli che vengono senza nessun passaporto dalle loro case madri l’approdo diventa oggetto di conquista ed è addirittura normale questa semplice constatazione,visto le condizioni e la mentalità di costoro per cui, alcuni popoli,o religioni,senza nessun riguardo ad un qualsiasi senso di giustizia si armano e non vogliono o non desiderano che combattere.E,vedendo ,che il valore e la “vittoria” fruttano loro l’applauso,si abituano a credere che i loro diritti stiano sulle punte dei loro coltelli.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.