Il Geppetto di piazza Cavalli.

Written By: bruno - Ott• 16•20

La vanità,come quella che viene esibita in Piazza cavalli oggi dalla Fondazione,somiglia alla vanità di molti se non di tutti,dove il vanitoso esibise qualche volta una fama rubata,condivisa ma,per lui accertata.Io sono amico del tal potente-questo che voi vedete è opra immortale di scultore famoso e sono io,io che l’ho fatto venire in questa città ,anche pagandolo(con i soldi di chi?).Fatti e occasioni esterne di cui il vanitoso quasi sempre si compiace e si sente pienamente soddisfatto avendo scelto il meglio che il momento gli offre e che i libri confortandolo testimoniano se,se non fosse che tutto questo è opera della sua vanità e della sua vuota culturalità più che di una vera propria cultura.Insomma, gli uomini in generale somigliano a quel miserabile principe dominante sulle coste della Giunea,il quale,seduto ai piedi di un albero,avente per trono una grossa pietra,guardato a vista da quattro armati di picche di quel paese,diceva ad alcuni francesi”:si parla molto di me in Francia”?.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *