Il cielo.

Written By: bruno - Set• 29•19

Alcuni luoghi mi inducono al ricordo, dove l’anima non era spaesata e sola, ma invadeva tutto il mondo intorno, e al contempo ne era invasa, come se non esistesse distinzione precisa tra l’io e la vita che pullulava nei suoi mille rivoli conosciuti. Era un senso di familiarità benevola ove sentivo di appartenere alle mille note degli odori, ai fili d’erba e alle nuvole che solcavano placide e inesorabili il cielo

Francesca Pierucci..

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *