I passi.

Written By: bruno - Gen• 15•20

I passi seguitano a rincorrersi, più lenti. Al peso delle cose perse, come agganciati. Troppa è la fatica dei passati giorni che invadono la memoria, perdendola verso luci nuove, mai viste. Gli andirivieni della mente come onde calme attaccano la riva di me stessa, del mio essere sospeso e fuori dall’oggi, e dal passato.

Francesca Pierucci.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.