Cani della filosofia.

Written By: bruno - Ott• 18•19

Nella vita di Zenone,un cinico (cane) discepolo di Cratete che diceva fra l’altro:”Dà al cuoco dieci mine,al medico una dracma,cinque talenti all’adulatore,fumo al consigliere,un talento alla puttana,tre oboli al filosofo”.Zenone dunque,figura che giganteggia in questa branca della filosofia dove il possedere nulla era il tutto vi si trova questa curiosa osservazione detta dallo stesso Zenone:” colui che sa sentir bene ciò che gli viene detto e sa servirsene è superiore a chi pensa ogni cosa da sé;perché quest’ultimo ha soltanto intelligenza,l’altro obbedendo ai buoni consigli possiede anche la pratica”:

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.