Expo:al gran pisarel & faso’.

Written By: bruno - Nov• 28•14

Dei grandi!Questi studenti hanno inventato la grande zolla per l’EXPO di Milano,grande idea non c’è che dire,grande idea,ci si guarda anche  all’interno,c’è il dentro e il fuori,come di norma si vede nelle zolle,o che si desidera mostrare nelle zolle d’oggi.Ma già che facciamo la grande zolla che nutre il mondo,perché non fare il grande verme che la feconda,il grande, sinuoso verme nella piazzetta Piacenza.E perché non la grande vacca,a cui sparano nella fronte per nutrire il mondo,o il grande cavallo che subisce la stessa sorte di quel fatale e crudele colpo alla fronte,seguito dal suo squartamento,sempre per nutrire il mondo.Il grande cavallo la grande vacca,o il grande toro,di cui si mangiano anche le palle (granèi),che dire poi del maiale?Il grande porco dovrebbe essere stato un imponente idolo per questo mondo affamato d’occidente e d’oriente.Vi è forse sfuggito il grande anolino,con il suo dentro condensato di stracotto,roba da viaggio al centro della terra, da ultimo, ragazzi,perché non avete pensato al grande “pisarel” e faso’,grande e arricciato “pisarel”,che, con la sua spaccatura al centro,  nel mezzo, modellata dal pollice ,sarebbe stato ermafrodito, uomo e donna nello stesso tempo.La zolla ha sollevato grandi entusiasmi,ma credetemi,alla vista del gran pisarel,vi avrebbero colto stordendovi tutti, ovazioni,con battimani,universali!

 

n.b.pisarèi e faso’,piatto tipico e povero piacentino,qui’ scritto in modo non corretto mancando il computer delle punteggiature adeguate e ,non sapendolo io, scrivere.In italiano si possono tradurre: “cazzi e fagioli”.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.