Eremo di Camaldoli.

Written By: bruno - Feb• 28•14

1272 Vivevano in questi giorni i Frati dell’Eremo di Camaldoli con tanto rigore,& asprezza,che digiunando continuamente,secondo il loro primiero instituto,quattro di’ della settimana nell’estate,e cinque nel verno,altro non mangiavano,che pane,e bevevano sol’acqua,nè pur gustavano vino nelle Domeniche dell’Avvento,e della Quaresima;onde avveniva,che alcuni di essi per la lor debole complessione non potendosi reggere a tanta austerita’ di vita,o n’uscivano tal fiata fuor di se stessi con perdita del giudicio,e della ragione,o’ partendosi dal luogo deponevano affatto l’habito di quella religione.Hebbero percio’ ricorso a’ Gregorio,supplicando,che almeno fosse loro concesso di potere nè i giorni del digiuno mangiare col pane herbe crude,e pomi, e nelle sudette domeniche bere anche vino.E glie ne fece la grazia il buon Pontefice.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.