Dreck am Stecken.

Written By: bruno - Gen• 16•20

Un caos,o meglio ,un finto caos di gente che va e che viene,partiti che fan finta di far politica e politica latitante per finta in grande agitazione di visibilità.Un bar non fa entrare Salvini e diventa argomento politico,i sette nani con il suo capetto rappresentante sardina si presenta dall’Annunziata e dice che la mamma,la sua mamma non vuole gli sia dato del tu:l’Annunziata annota pensosa e critica questa moda del tu che in fondo è un indecenza.Cancelliamo Salvini ,spara di testa nel titolo come una fucilata un giornale di sinistra, e fa l’elogio di Biancaneve.I PD in “convento”,che poi non è affatto un convento ,ma un convento trasformato in hotel,credo a cinquestelle come quelli di governo che fanno da camerieri al PD.Fermate la Libia,Di Maio dice le sue frasi fatte dal piccolo italico schermo che nessuno, proprio nessuno ascolta o prende in considerazione.In fondo il nazismo regna ancora in Europa con la sua caccia agli ebrei,anche se,la Merkel e suoi sodali, capi d’Europa,dicono essere altro,altro dal nazismo, mentre loro,loro comandano come in effetti si proclamava al tempo di Hitler:i popoli nordici sono destinati a comandare perché superiori agli altri per cui devono comandare,e chi potrebbe a questo punto contraddirli?I popoli nordici infatti comandano e fanno il bello e il brutto tempo nel Mediterraneo ,hanno cancellato dalla facciata la parola nazismo,solo la parola, ma sono sempre quelli del :Dreck am Stecken,quelli del fango sul bastone.


You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.