Che tu.

Written By: bruno - Feb• 19•20

Che tu , lontani tuoi passi dalla nostra vista, percorra i sentieri che ti sei prefisso, leggero come allora, di vita pieno e giovane fino al tuo ultimo volo. Non abbandonasti la speranza anche quando la neve soffoca l’ultimo virgulto anelante il cielo puro dell’autunno. Che tu veda le tue amate onde e nessuno te ne tolga il respiro. Nessun Dio ne ha il diritto. Il tuo diritto è quello che ti fu tolto in un pomeriggio piovoso sotto le mie assenti ed eterne lacrime. Vola dunque in un cielo pieno del vento di cui sempre sfidasti le onde, e ricordati di me, ora ti conosco, so chi fosti.

Francesca Pierucci.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.