CasaPound.

Written By: bruno - Mar• 02•18

E’ davvero sorprendente,ma è un eufemismo,sentire le urla di quell’insegnante che inveiva contro un poliziotto che difendeva (secondo lei) il diritto di casa Pound nel manifestare le proprie opinini.Un diritto,quello di casa Pound,come quello di altri di esistere ed esprimersi in una libera democrazia.Molti sono, tanti i “democratici” che negano questo diritto e lo negano nel modo odioso in cui quell’insegnante ha dimostrato di avere.Potrebbe essere smplicemente una fuori di testa,come fuori di testa sono troppi molti,troppi nascosti anche nelle scuole e nelle istituzioni.In fondo,quello di questa insegnante, è un fenomeno che rientra in qualche statistica,statistica di coloro che potrebbero però essere idonei per un atto di violenza,violenza in questo caso verso e contro la democrazia,compreso quello di casa Pound.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.