1280 Piacenza.

Written By: bruno - Mar• 31•14

La chiesa ,o fabbrica di San Francesco,posta al lato di piazza Cavalli,venne lungamente osteggiata da altre chiese che celebravano intorno, se non vicine a detta fabbrica.I frati incuranti di queste ostilita’ perseverarono tuttavia,nonstante le proteste, nella costruzione dell’edificio.Allora si usava (siamo alla fine del milletrecento) cintare il luogo che si intendeva dedicare alla chiesa e porre solennemente una croce di legno ,come simbolo benedicente la nuova fabbrica.Le  vicine  chiese e diversi Rettori o Parroci della citta’ che furono: Gherardo di S.Ilario,Giacomo di S. Maria dè Zerovalli,Alberto di S.Vincenzo,Vincenzo di S.Gregorio,Conone di S.Gervasio,Simone di S.Pietro in Foro & altri;Fra Guglielmo da Vicolo Canonico della Chiesa dè dodici Apostoli,Giovanni Monaco di S.Salvatore di Piacenza,e Uberto Redimani Chierico di S,Protasio con alcuni laici,come il Dottore Ruffino Andito,Gherardo Andito,Antonino dè Figliagadii Mastro Azone Medico, ,protestavano, perchè in San Francesco officiavano quando queste chiese celebravano anche loro i Divini Uffici, impoverendo le loro entrate .La cosa giunse a tal  contrasto ,scrive lo storico”:che da certi Chierici spiantata fosse di notte la Croce di legno,la qual dianzi dicemmo essersi con molta solennita’ posta dai Frati nel luogo della nuova fabbrica,e che quella tratta da essi Chierici in terra venisse per disprezzo calpestata da loro co’ piedi,& alla fine ignominiosamente gettata in un cesso”.1280,

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.