Monia Sogni:destroyng myself.

Written By: bruno - Nov• 26•12

Un poeta scrisse:”come vedere i propri nervi proiettati sullo schermo”.Cosi’ sono queste immagini,radiografie,foto commentate nel segno, luminoso,interno esterno,destrutturate,solcate,scritte,graffiate.Un vissuto esasperato del dentro che si fa fuori e vive,fatto di nervi, ossa,pulsioni innervate,ghirigoro della mente soppraffatta e tesa.Donne scorticate e deformate,Veroniche laiche,testimoni di natura complicata e spraffatta,misteriosa,insonne,emarginata,violenta,stuprata.Immagini del sè spogliato di ogni esteriore bellezza che finge e si finge.Panno pietoso che vorrebbe lenire,cancellare la violenza con pietoso gesto e, tuttavia si fa testimone e lascia,la traccia di un corpo sanguinate sul foglio,sulla tela,negli occhi di chi guarda.

Julius Rosemberg,Roma 26 Novembre 2012

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.