Le perle nere di kella.

Written By: bruno - Ott• 31•20

Catherine Howard fu la quinta moglie di Enrico VIII. Ingenua e vivace, trascorse la propria infanzia e adolescenza presso la residenza di Lambeth dove la duchessa di Norfolk, Agnes Tylney, si occupò della sua educazione. Catherine era la nipote del duca di Norfolk, nonché cugina di Anna Bolena, seconda moglie del re.
Quando Enrico VIII sposò Anna di Cleves, Catherine venne presentata a corte dal duca di Norfolk come una delle ancelle della regina. Una mossa che puntava ad assicurare un ottimo matrimonio alla ragazza. Ma l’attraente e minuta Catherine riuscì ad attrarre le attenzioni dello stesso Enrico, che se ne invaghì immediatamente.
Catherine aveva già avuto esperienze amorose. Nel 1536 si innamorò del suo maestro di musica, Henry Mannox e successivamente ebbe una relazione con Francis Dereham, ma quando Dereham partì per l’Irlanda, Catherine si innamorò dell’avvenente Thomas Culpeper, gentiluomo di camera del re. Quando la famiglia di Catherine si accorse dell’interessamento del re, cercò di approfittare dell’immensa fortuna che stava per cadere su di loro.
Enrico VIII si separò da Anna di Cleves e sposò Catherine annullando le nozze non consumate con la precedente regina. Il re era follemente innamorato della nuova consorte. Giovane e audace, Catherine sembrava riportarlo indietro negli anni, illuminandolo con una ventata di vivacità che da molto non provava. Catherine non era certamente innamorata di Enrico VIII, vista la sua età e la sua ormai vistosa obesità, ma lo rispettava e ne provava gratitudine.
In primavera però, Catherine riprese a frequentare Thomas Culpeper e considerata la sua frivolezza non ne vedeva nulla di male, considerando che continuava a intrattenere il re.
Ma ben presto il tradimento della regina venne a galla. Il re furibondoscoprì anche della precedente relazione con Dereham, il che faceva di lei una regina non arrivata vergine al matrimonio. Catherine impazzì dal terrore di essere condannata a morte.
Il destino di Dereham e Culpeper fu nefasto: Dereham venne castrato e sventrato vivo, mentre a Culpeper venne “solo” tagliata la testa, forse perché il re considerava Dereham reo di un peccato più grave, quello di aver preso prima di lui la verginità della regina
Catherine venne scortata presso la Torre di Londra. Quando seppe che stava per essere decapitata, chiese che le fosse portato il ceppo per fare le prove su come posizionare il collo. (per non fare la fine della contessa di Salisbury, che il boia inesperto aveva colpito per dieci volte prima di riuscire a tagliarle la testa)
Catherine venne decapitata il 13 febbraio 1542 e fu sepolta nella cappella di St Peter ad Vincula Non aveva ancora compiuto i ventuno anni.

Kella Tribi

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.