R.E.A.DY.

Written By: bruno - Ott• 07•17

Una tempesta in un bicchier d’acqua,per quanto rumorosa possa apparire ai cittadini di Piacenza l’uscita della giunta cumunale dalla rete R.E.A.DY, contro le discriminazioni di genere, così recita la sigla dei propugnatori della associazioni gay,rimane una piccola perturbazione.Purtroppo si sa , quando si tocca il tasto oggi sensibilissimo di queste associazioni si solleva un vero vespaio,un grido di fascisti verso chi non le mette in evidenza,trogloditi antilibertari,qualcuno scandalizzato giura che si è fatto addirittura un passo indietro.Per me si è fatto un passo verso la norma,in uno stato,dove il solo nulla è a norma ed tutelato,a cominciare dalla fossile famiglia per arrivare fino,se vi piace, al genere gender è cosa del tutto normale anche se così non appare ai militanti di questa frantumata società di categorie che sono sempre esistite ma,che si sono vigorosamente affacciate,con tutte le nuove loro rivendicazioni in questi ultimi decenni.Fascisti o non fascisti,mentre il PD regna alla faccia dei diritti e delle categorie dei cittadini,regna in nome di una libertà negata,negata a tutte le categorie di cittadini compresa quella gender ,costoro se la vanno a prendere con una giunta colpevole di prendere atto di questo generale degrado,dove il grido delle varie associazioni e della società dovrebbe essere invece :riconoscimento per tutti, o quasi.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Lascia un commento