Archive for marzo, 2012

Lettera a Don Ponzini

Tu sai San Corrado,quanta fatica ci costa il Vero,tu nato a Calendasco,tu abitante di queste antiche rive,nato nel  castello,vicino la chiesa.Tu sai,San Corrado,quanti insulti e menzogne e rimproveri ci sono piovuti addosso per il nostro zelo,per la nostra testardaggine.Tu lo sai beatissimo San Corrado e sopporti tutto con serafica pazienza,perche’ alla fine,dopo le cattiverie,dopo la […]

Read the rest of this entry »

Lettera aperta a Don Lusignani

Ci restano le chiese dei nostri padri,chiese con Dio e i Santi,chiese con occhi e sorrisi,angeli alati,leggeri,dolcissimi.Crocefissi dolenti e umani e Divini.Ci restano le chiese per pregare,sognare di Dio,parlare con Dio.Ci restano ancora le stesse chiese,in cui tanti hanno pregato,sperato,ivocato.Chiese del latino e quelle  che parlano la lingua dell’oggi,ma ancora con i sorrisi e le […]

Read the rest of this entry »

La stupidita’ dell’arte povera nelle chiese.

Ed ora,ancora due parole sull’arte povera,che è trionfante nel nostro mondo occidentale,ma che non nasce come arte cristiana o particolarmente cristiana,anzi.L’arte povera è un arte divertente,che ognuno puo’ praticare, è un modo per vedere le cose attraverso scarni archetipi,come un geroglifico godimento per iniziati,per uomini ridondanti di banalita’.Due pietre che schiacciano una lattuga, scultura che […]

Read the rest of this entry »

L’Italia di Monti

Un uomo,in piazza Cavalli urla nelle prime ore del mattino:sindaco,voglio giustizia,non soldi,sindaco voglio giustizia,non soldi,e la sua voce grida nella piazza vuota,ancora fredda, in una luce di prima primavera.Sindaco voglio giustizia,non soldi.Qualche artigiano chiude bottega,qualcuno si suicida,qualcuno non avra’ mai la pensione.L’Italia di Monti si è salvata,gli italiani no.

Read the rest of this entry »